ATA: 4.700 collaboratori scolastici passeranno al full time a inizio anno scolastico

“4700 contratti full time, personale aggiuntivo per un miliardo, centinaia di milioni in edilizia scolastica e affitti per nuovi spazi, 300 milioni di nuovi banchi, pronte 11 milioni di mascherine se necessario in caso di emergenze, test sieriologici a tutto il personale, 50mila litri di igienizzante al giorno. Agli altri le chiacchiere e le offese, a noi i fatti”

Lo scrive su Facebook il deputato M5S, Luigi Gallo

Siamo in pieno agosto, ma questo non ci ferma nel continuare il nostro lavoro per riportare gli studenti tra i banchi di scuola il 14 settembre mentre altri chiacchierano dalla spiaggia.

Uno di questi tasselli, a cui ho lavorato nel Decreto Rilancio, è rappresentato dai contratti aggiuntivi per il personale ATA per circa 4700 addetti, che da part time passeranno a full time.

L’integrazione contrattuale  – spiega Gallo – sarà attivata dalle scuole all’inizio dell’anno scolastico con l’attivazione sul SIDI delle modifiche informatiche a cui il Ministro e tutto il suo staff sta lavorando in questi giorni per predisporre anche questo tassello del puzzle dell’inizio dell’anno scolastico al posto giusto, per iniziare settembre nel migliore dei modi.

A queste forze aggiuntive per l’inizio dell’anno nel Decreto Agosto stanziamo 977 milioni per le 50 mila assunzioni di personale aggiuntivo, a tempo determinato, in tutti gli ambiti che riguardano la scuola: ripartiti tra docenti, personale amministrativo ed ATA, che si sommano alle assunzioni a tempo indeterminato, annunciate pochi giorni fa, di 85 mila docenti precari e 11.323 ATA.

80 milioni sono per gli enti locali, dedicati all’affitto di strutture e nuovi spazi per le lezioni e per sostenere i patti di comunità, che si aggiungono ai 330 milioni distribuiti per interventi di edilizia leggera per recuperare spazi per l’inizio dell’anno scolastico.

I sindaci hanno la responsabilità di far partire i progetti e comunicare alla cittadinanza tutti gli interventi in corso. Io, come rappresentante del popolo, pretendo di sapere come sono spessi i 330 milioni dai nostri sindaci fino all’ultimo centesimo“, conclude.

Si tratta  dei contratti degli ex LSU pulizie e sicurezza che dopo l’internazionalizzazione si erano ritrovati con l’orario ridotto (da 36 a 18 ore) e un conseguente abbassamento dello stipendio.

Collaboratori scolastici ex Lsu, da part time a full time fino al 31 dicembre

Pubblicato in ATA

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia