Galletti. La Giunta di Bologna perde tempo su temi che non riguardano l’amministrazione della città

di Giulia Boffa
ipsef

GB – L’assessore di Bologna alla Scuola, Marilena Pillati, ha comunicato che sui moduli scolastici nelle scuole d’infanzia del Comune è stato introdotto il termine generico “genitore” per sostituire le parole “madre” e “padre”.

Gian Luca Galletti (UDC), Sottosegretario all’Istruzione ,ha commentato in una nota riguardo alla polemica suscitata dalla notizia.

“Sostituire ai termini ‘padre’ e ‘madre’ quelli di ‘genitore richiedente’ e ‘altro genitore’ è solo una stupida provocazione”

GB – L’assessore di Bologna alla Scuola, Marilena Pillati, ha comunicato che sui moduli scolastici nelle scuole d’infanzia del Comune è stato introdotto il termine generico “genitore” per sostituire le parole “madre” e “padre”.

Gian Luca Galletti (UDC), Sottosegretario all’Istruzione ,ha commentato in una nota riguardo alla polemica suscitata dalla notizia.

“Sostituire ai termini ‘padre’ e ‘madre’ quelli di ‘genitore richiedente’ e ‘altro genitore’ è solo una stupida provocazione”
“Stupisce – aggiunge Galletti – che la giunta di Bologna, davanti ai problemi che i cittadini vivono, a cominciare dalla scarsità dei servizi e dall’aumento ipotizzato delle imposte, perda tempo su temi che poco hanno a che fare con l’amministrazione della città”.

Versione stampabile
anief
soloformazione