Galiano: “No al Ministero del premio e del castigo della competizione”

WhatsApp
Telegram

Lo scrittore e docente Enrico Galiano, su Il Libraio, commenta la nuova dicitura del Ministero dell’Istruzione che diventa il Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Per Galiano “la scuola non è il posto dove si premiano i migliori: è quello dove si va a tirare fuori il meglio da ciascuno studente e studentessa…”

E ancora: “Lo vogliamo capire che la scuola non è un posto dove si vanno a selezionare i migliori, che pensarla così è il modo più antidemocratico che esista?”

Infine aggiunge: “La scuola, per quello che ci ho capito io, non è il posto dove si premiano i migliori: è quello dove si va a tirare fuori il meglio da ciascuno studente e studentessa. E nella logica del premio e del castigo, della competizione, del vince chi se lo merita, lasciatevelo dire, viene fuori solo il peggio di loro”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur