Galan (PdL). No al Decreto Istruzione: “Solo infornata di migliaia di precari, senza valutazione loro qualità”

di
ipsef

red – Il Presidente della VII commissione cultura promette battaglia sul Decreto Istruzione varato giorno 9 settembre 2013 dal Governo. E attacca l’abolizione del bonus maturità e l’assunzione dei precari. La scuola non è tra i temi cari al PDL

red – Il Presidente della VII commissione cultura promette battaglia sul Decreto Istruzione varato giorno 9 settembre 2013 dal Governo. E attacca l’abolizione del bonus maturità e l’assunzione dei precari. La scuola non è tra i temi cari al PDL

L’intervista rilasciata a LaNotiziaGiornale.it non lascia adito ad equivoci, non ci sarà accordo in parlamento sul Decreto Istruzione, che tra le altre cose promette assunzione per i docenti di sostegno e un piano triennale per i precari.

Ciò che non va giù a Galan è il fatto che si siano aumentate le tasse per la copertura finanziaria di 470milioni di euro, come l’aumento delle accise sugli alcolici, delle imposte di registro, ipotecaria e catastale.

Meglio, suggerisce un taglio della spesa per recuperare i quattrini necessari, sostenendo un poco velato stop all’aumento delle imposte e ricordando l’abolizione della tassa sulla prima casa come vittoria del PdL, ma dimenticando che a causa di tale taglio, con molta probabilità, sarà confermato l’aumento dell’Iva al 22%.

Nello specifico dei provvedimenti Galan non condivide l’abolizione del bonus maturità ad esami già iniziati e promette una proroga.

Ma soprattutto i precari della scuola, che vengano assunti "senza alcuna valutazione preventiva e individuale delle loro qualità professionali. In questo modo il merito non trova casa nella scuola", afferma. Un accordo fatto per accontentare i precari.

Quindi si rimanda tutto in parlamento, affidando agli emendamenti dei "miglioramenti".

Il percorso facile e condiviso del Decreto scuola è stato già smentito, dalle stessa maggioranza che forma il Governo, diventando battaglia di scontro parlamentare e politica

Decreto scuola. Il testo della Gazzetta ufficiale, definitivo. Tutti i contenuti, commenti e approfondimenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare