GaE, riconoscere più di 42 punti ai laureati in SFP per i quattro anni di Università. Lettera

WhatsApp
Telegram

Noi laureati in Sfp v.o. in GaE, vorremmo che venisse posta la giusta attenzione verso una delle innumerevoli ingiustizie da noi subite negli ultimi anni. Infatti per i 4 anni accademici, durante i quali abbiamo frequentato l’università abilitandoci, così come la normativa richiedeva, abbiamo avuto per la laurea riconosciuti in GaE 42 punti.

I diplomati in quei 4 anni, durante i quali noi ci impegnavamo pensando, illusi, di ottenere qualcosa di concreto, hanno lavorato e, se la matematica non è un’opinione, 12 punti x 4 anni = 48 punti.

Inoltre hanno già oggi in GaE riconosciuti fino a 18 punti per l’abilitazione, quindi 48 punti per i 4 anni di lavoro + 18 punti per l’abilitazione = 66 punti.

Da ciò sopra riportato si evince che loro per LAVORARE (guadagnare) col solo diploma, in questi 4 anni hanno accumulato 66 punti in GaE.

Mentre noi per LAUREARCI (spendere/investire) ne abbiamo ricevuti 42, a questo punto possiamo dire pure perdendo, oltre ai soldi, tempo, salute, ecc… , anche 24 punti, equivalenti a 2 anni di servizio. Un paradosso: ad oggi la laurea in Sfp v.o. invece che fare ottenente in GaE un punteggio aggiuntivo rispetto ad altri titoli di accesso, è pur sempre una laurea, ne fa ottenere 24 IN MENO!

All’ingiustizia subita per il loro inserimento a pettine, dobbiamo aggiungere anche questa legata al punteggio: ciò avviene già da 2 anni, siamo stanchi.

I docenti precari laureati in Sfp v.o. in GaE.

Carlotta Cantini

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff