Gae, Bussetti reinserisci i docenti depennati. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Libero Tassella – Come sapete, chi non ha presentato domanda di aggiornamento, in occasione di un periodico aggiornamento delle Gae, é stato depennato senza se e senza ma!

Viene depennato definitivamente, anche se il docente al prossimo aggiornamento vorrebbe ancora essere presente in Gae con il punteggio che gli spetta.

Mille sono i motivi per cui un docente non ha potuto aggiornare la sua posizione in Gae, anche se non aveva nessun servizio, nessun titolo da aggiungere; può ad esempio non aver presentato la domanda di aggiornamento anche per un banale ritardo, un disguido, un incidente, una malattia, un lutto, la malattia di un figlio, una separazione, ecc…

Il depennamento è senza appello per il Miur . E così ci sono docenti che hanno tutti i requisiti e un’ esperienza di insegnamento anche lunga, titoli di studio, master e specializzazioni per essere in Gae e sono invece fuori, mentre sono stati inseriti in Gae dai Tribunali docenti che non avevano e non hanno i requisiti.

Di questa categoria di docenti, che non so come definire se non “fregati” e depennati ” nessuno ne parla.

Non ne parlano i sindacati, se non per patrocinare ricorsi, non una parola dai politici. Esiste una legge che il Ministero fa finta che non esiste , la ignora sistematicamente ad ogni aggiornamento. É la legge n.143 del 2004 che consente a questi docenti “fregati e depennati” di reinserirsi in graduatoria in occasione dell’aggiornamento successivo con il punteggio posseduto.

Lo ha ribadito in passato anche la Cassazione, ma il ministero é sordo e muto ad ogni bando di aggiornamento delle Gae.

Allora i docenti devono mettere mano alla tasca e ricorrere o con i sindacati o con gli studi legali.

Recentemente un docente pugliese, depennato a Foggia per mancato aggiornamento, ha fatto ricorso e i solo in appello ha avuto quanto gli spettava per legge, ed é stato reinserito in Gae.

Intanto molti di questi docenti hanno perso l’occasione di entrare in ruolo , perché ” fregati e depennati” nel 2015 con il l.piano straordinario previsto dalla 107/ 2015.

È il tempo di rispettare finalmente la legge 143 del 2005

Nel prossimo aggiornamento il ministro Bussetti dovrà a mio avviso prevedere il reinserimento in Gae dei docenti depennati e fregati, nel rispetto della legge, del buon senso e dell’equita’.

Graduatorie ad esaurimento e I fascia di istituto si aggiorneranno nel 2018/19. Le info utili

Versione stampabile
anief
soloformazione