Fvg, test sierologici: positivo lo 0,6% su 9.090 persone

In Friuli Venezia Giulia quasi una persona su due tra quelle che lavorano nel mondo della scuola si è sottoposta volontariamente al test sierologico per rilevare un’eventuale positività al Coronavirus.

Delle 18.895 unità coinvolte, sono state 9.090 quelle che hanno partecipato allo screening; tra queste, 52 sono risultate positive per un valore pari allo 0,6% del totale dei testati. Sono i dati diffusi dal vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, e dall’assessore regionale all’Istruzione, Alessia Rosolen.

Il territorio che ha risposto in modo più massiccio ai test – si legge in una nota della Regione – è stato quello afferente all’azienda sanitaria del Friuli occidentale (Asfo), dove a sottoporsi alle analisi è stato il 76% delle persone coinvolte: 3.720 su un totale potenziale di 4.863. Nell’area pordenonese, i casi positivi sono stati 17, lo 0,5% di quanti si sono sottoposti alla rilevazione. Coloro che gravitano sul territorio dell’Asugi (Gorizia e Trieste) e che hanno partecipato allo screening sono stati 2.419 su 5.156, pari al 47%; i positivi in questo caso sono stati 22 cioè lo 0,9% dei testati. Infine nell’area dell’Asufc (Udine) dai 2.951 esami su 8.876 unità (33%), le persone risultate positive sono state 13 cioè lo 0,4%. Il numero dei medici di medicina generale coinvolti nell’azione di screening sono stati 166 su un totale regionale pari a 770 (22%). I dati – precisa una nota della Regione – non sono ancora definitivi ma rappresentano quasi la totalità dell’indagine.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze