Futuri dirigenti litigano per valutazione titoli, come faranno a valutare quelli dei loro docenti? Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Prof. Massimo Maria Capece Minutolo – E siamo giunti al …. paradosso !! Terminato “il concorso sospeso” inizia la lotta dei titolo da presentare per la costituzione delle “graduatorie sospese”.

Il quesito è: “quali incarichi di collaboratore valgono” ?? Ognuno presenta titoli che a suo dire …. valgono, ma per la normativa.

Propongo solo due osservazioni.

La prima: esiste una normativa ben precisa, coronata da successive sentenze di merito, che definisce la validità dei titoli.

La seconda: ma coloro che devono presentare questi titoli non saranno, per caso, i futuri dirigenti scolastici che, nel pieno esercizio del loro incarico, dovranno validare ed approvare ogni tipo di graduatoria nel pieno esercizio della loro funzione (graduatorie docenti di istituto, graduatorie per reperire esperti e tutor dei PON, scelta ditte per lavori nella scuola … ecc.).
Se ad oggi hanno dubbi o incertezze sui loro titoli da presentare per la loro graduatoria di concorso …. non oso immaginare il futuro. E pare che abbiano studiato tantissimo la legislazione scolastica che, in questo caso non era da imparare a memoria: basta solo leggerla.

Risultato: nuovi ricorsi, nuove sentenze … e si ricomincia il giro “legale”

Morale

Poveri noi docenti: in che mani andremo a capitare se la sorte non sarà a noi propensa?

Onore, comunque, ai nuovi dirigenti scolastici.

Concorso dirigenti scolastici, no punteggio per coordinatore di classe. Rettifica dichiarazioni, ecco come

Versione stampabile
anief banner
soloformazione