Furlan (CISL) ad Azzolina, ci vuole più banda larga

“Ho sentito dire che le aperture della scuola a settembre vedranno parte degli alunni in presenza e parte in videolezione:

qualcuno avvisi la ministra dell’Istruzione che noi abbiamo gran parte del Paese, in particolare al Sud, dove non arriva la banda larga e molto spesso nelle famiglie non ci sono le condizioni economiche per acquistare il computer né c’è qualcuno che possa seguire i ragazzi e i bambini” nello studio a distanza.

Lo afferma la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sottolineando che, quindi, “nell’immaginare come ricostruire il Paese, dobbiamo porre quali sono le priorità di investimento, ma anche creare un’uscita dalla marginalità di tante famiglie e ragazzi”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia