Furbetti 104, Fedeli: monitoreremo docenti e ATA per mobilità e assegnazioni. Ad ottobre un tavolo

Stampa

Partirà ad ottobre il tavolo per stanare i furbetti della 104 che vedrà coinvolti Inps, Ministero salute e Regioni. Ad annunciarlo il Ministro in una lettera inviata al Corriere Veneto.

Si tratta, ha scrotti il Ministro, del “tavolo che ho annunciato lo scorso 4 luglio per elaborare efficaci strategie di monitoraggio e controllo sulla fruizione della 104 da parte del personale docente e amministrativo coinvolto nella mobilità e nelle assegnazioni provvisorie”.

“Siamo per il rispetto delle regole e dei diritti e contro ogni abuso. Verificheremo – prosegue il ministro riferendosi al caso veneto – se ce ne sono stati in questa vicenda coinvolgendo anche il nostro Ufficio scolastico regionale che si è già attivato”. La vicenda riguarda un supplente-avvocato chiamato da un istituto di Bassano del Grappa che, firmato il contratto e vistosi rifiutata l’aspettativa ha inviato un certificato medico così da non presentarsi mai in classe e dopo essere tornato nel sud d’Italia da dove veniva. Il preside del liceo classico ‘Brocchi’, Gianni Zen, ha scritto così una lettera aperta al docente-avvocato denunciandone il comportamento scorretto. Nell’arco di 24 ore il Ministero e la stessa titolare del dicastero si sono attivati. Prima rispondendo al preside che sarebbero partite le verifiche.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata