Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Funzionamento del consiglio di istituto: in allegato un modello di Regolamento

Stampa

Gli organismi a carattere collegiale sono previsti a vari livelli della scuola. I componenti degli organi collegiali vengono eletti dai componenti della categoria di appartenenza; i genitori che fanno parte di organismi collegiali sono, pertanto, eletti da altri genitori. La funzione degli organi collegiali è diversa a seconda dei livelli di collocazione: è consultiva e propositiva a livello di base (consigli di classe e interclasse), è deliberativa ai livelli superiori (consigli di circolo/istituto).

Consigli di circolo/istituto

Il Consiglio d’Istituto istituito ai sensi del Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297 allo scopo di dettare precise norme a salvaguardia dell’ordine e della vita democratica dell’Istituzione Scolastica, adotta il Regolamento interno che disciplina le modalità per convocazione e svolgimento delle sedute.

Il Consiglio di istituto, praticamente, è l’organo di indirizzo e di gestione degli aspetti economici e organizzativi generali della scuola. Rappresenta tutte le componenti dell’Istituto (docenti, studenti per le sole scuole secondarie di secondo grado, genitori e personale non docente) con un numero di rappresentanti variabile a seconda delle dimensioni della scuola.

Tutti i genitori (padre e madre) hanno diritto di voto per eleggere loro rappresentanti in questi organismi ed è diritto di ogni genitore proporsi per essere eletto. Le elezioni per il rinnovo dei consigli di circolo/istituto si svolgono ogni triennio, oppure quando non sono presenti tutte le componenti (articolo 8 del Decreto Legislativo 297 del 16 aprile 1994 e successive modifiche). In ragione di ciò è necessario che ciascun Istituto si doti di un regolamento che disciplini il suo funzionamento.

Prima seduta

La prima seduta del Consiglio d’Istituto – si legge ad esempio nel “Regolamento del consiglio di istituto” redatto e pubblicato dall’Istituto Comprensivo Statale “A. Diaz” di Meda (MB), diretto magistralmente dal dirigente scolastico Dott.ssa Tiziana Trois – è convocata dal Dirigente Scolastico entro quindici giorni dalla nomina degli eletti, esclusivamente per l’elezione del Presidente del Consiglio d’Istituto e della Giunta Esecutiva del Consiglio.

Elezione del presidente

Il Presidente è eletto – come si legge nello stesso Regolamento del Comprensivo Statale “A. Diaz” di Meda (MB) – mediante votazione segreta, tra i rappresentanti dei genitori eletti per il Consiglio d’Istituto.

All’elezione partecipano tutte le componenti del Consiglio d’Istituto (Genitori, Docenti e ATA).

L’elezione del Presidente ha luogo a maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio. Qualora la prima votazione abbia avuto esito negativo, dalla seconda votazione in poi è sufficiente la 2 maggioranza relativa dei votanti. In caso di parità dei voti, la votazione deve essere ripetuta fino al raggiungimento della maggioranza dei voti in favore di uno dei candidati.

Elezione del vicepresidente

Il Consiglio può decidere di eleggere un Vicepresidente.

Il Vicepresidente assume, in assenza del Presidente, tutte le attribuzioni previste dal Regolamento e dalla legge.

Anche il Vicepresidente deve essere eletto tra i membri del Consiglio d’Istituto rappresentanti dei Genitori.

Qualora il Presidente cessasse dalla carica, si dovrà procedere a nuova elezione, in quanto il Vicepresidente non vi subentra di diritto.

In caso di mancata elezione di un Vicepresidente e di assenza del Presidente, le sue attribuzioni sono esercitate dal consigliere più anziano.

Attribuzioni del presidente

Tra il Presidente, il Dirigente Scolastico ed i membri del Consiglio, non intercorre alcun rapporto di gerarchia.

Il Presidente:

  • convoca e presiede il Consiglio;
  • affida le funzioni di Segretario del Consiglio ad un membro del Consiglio stesso;
  • autentica con la propria firma i verbali delle sedute redatti dal Segretario del Consiglio.

Il Presidente cura l’ordinato svolgimento delle sedute del Consiglio. Può, nelle sedute pubbliche, dopo aver dato gli opportuni avvertimenti, ordinare che venga espulso chiunque sia causa di disordine.

Segretario del consiglio e sue attribuzioni

La designazione del Segretario del Consiglio è di competenza specifica e personale del Presidente. Questi può, tenuto conto della periodicità delle sedute, della gravosità o meno dell’incarico, designare il Segretario per l’intera durata del Consiglio o per periodi più brevi, o per ogni singola seduta.

Verbale e delibere sono sottoscritte oltre che dal Segretario anche dal Presidente.

Le altre incombenze amministrative del Consiglio, come la redazione e l’invio delle lettere di convocazione dei membri del Consiglio, la riproduzione dattilografica o la copia delle deliberazioni sono svolte dal personale della segreteria dell’Istituzione scolastica, come si legge ad esempio nel “Regolamento del consiglio di istituto” redatto e pubblicato dall’Istituto Comprensivo Statale “A. Diaz” di Meda (MB), diretto magistralmente dal dirigente scolastico Dott.ssa Tiziana Trois.

Giunta esecutiva e sue attribuzioni

La designazione dei membri della Giunta Esecutiva avviene a maggioranza relativa dei votanti. In caso di parità dei voti, la votazione deve essere ripetuta fino al raggiungimento della maggioranza dei voti in favore di uno dei candidati.

La Giunta Esecutiva:

  • prepara i lavori del Consiglio d’Istituto e predispone i materiali necessari per i componenti del Consiglio, fermo restando il diritto d’iniziativa del Consiglio stesso, e si riunisce con congruo 3 anticipo rispetto al Consiglio;
  • cura l’esecuzione delle delibere del Consiglio d’Istituto;
  • predispone il programma finanziario-annuale.

Gli atti della Giunta Esecutiva sono consultabili esclusivamente dai membri del Consiglio d’Istituto.

Estinzione e scioglimento

Il Consiglio dura in carica tre anni.

Il Consiglio può essere sciolto dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale:

  • nel caso in cui tutti i membri elettivi del Consiglio si dimettano o perdano i requisiti;
  • in caso di persistenti e gravi irregolarità o di mancato funzionamento del Consiglio.

Elezioni suppletive

Si fa ricorso alle elezioni suppletive – si legge ad esempio nel “Regolamento del consiglio di istituto” redatto e pubblicato dall’Istituto Comprensivo Statale “A. Diaz” di Meda (MB), diretto magistralmente dal dirigente scolastico Dott.ssa Tiziana Trois – nel corso della normale durata del Consiglio:

  • per la surroga di membri, per qualsiasi motivo cessati, nel caso di esaurimento della lista di provenienza;
  • nell’ipotesi in cui la mancanza di una o più componenti comporti un’ulteriore alterazione strutturale del Consiglio;
  • nel caso di dimissioni di tutti i membri elettivi del Consiglio.

Le elezioni suppletive devono essere indette dal Dirigente Scolastico entro quindici giorni dalla formalizzazione della circostanza che le ha rese necessarie.

I membri subentrati cessano dalla carica allo scadere della legislatura durante la quale sono stati eletti.

Proroga del mandato

Finché non è insediato il nuovo Consiglio sono prorogati i poteri del precedente.

I rappresentanti dei Genitori e dei Docenti, purché non abbiano perso i requisiti di eleggibilità (ed in tal caso sono surrogati), continuano a far parte del Consiglio, fino all’insediamento dei nuovi eletti.

Regolamento del Consiglio di Istituto

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”