Fridays For Future, a Torino lezioni nei licei dai laureandi del Politecnico

Stampa

Durante le manifestazioni del Fridays For Future, gli studenti dei licei e degli istituti superiori di Torino hanno la possibilità di rimanere in aula pur aderendo all’iniziativa.

Si tratta di un giorno in cui le lezioni consuete sono sostituite da quelle impartite dai laureandi del Politecnico di Torino per spiegare con dovizia di particolari ai loro colleghi più giovani di qualche anno quali sono i pericoli dello stravolgimento del clima.

E’ il progetto lanciato da Patrizia Lombardi, pro-rettrice dello stesso Politecnico, coordinatrice del Green Team di ateneo e presidente della Rete delle Università per lo sviluppo sostenibile.

Come dichiarato al Corriere della Sera, Lombardi pensa a un modo per protestare in maniera consapevole e costruttiva e annuncia che non guarderà solo alle scuole superiori. “Collaboreremo con i Fridays for Future — annuncia Lombardi — metteremo a punto delle azioni di accompagnamento al grande raduno internazionale di agosto, per cui ci troveremo con il green team per capire quali necessità vanno soddisfatte. Sarebbe bello organizzare anche approfondimenti e hackathon, questi ragazzi hanno una sensibilità pazzesca!”.

A salire in cattedra durante quei venerdì sono gli studenti di corsi di laurea «green», come Ingegneria ambientale. «Si tratta per ora di un progetto – spiega ancora la pro-rettrice – ma vogliamo trasformarlo in un’iniziativa istituzionalizzata, per questo ne sto parlando in vicerettorato affinché ai nostri ragazzi vengano riconosciuti dei crediti formativi per questo loro impegno”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur