Friday for Future, manifestazione (flop) a Roma. Organizzatori all’attacco: “Azzolina non ha concesso i permessi di assenza da scuola”

Stampa

“Piazza del Popolo è semivuota perché il movimento risente della pandemia e dell’ipocrisia della ministra Azzolina”.

Lo dice all’Adnkronos Iacopo, del coordinamento romano dei Fridays for Future Roma e spiega: “A differenza del predecessore  Fioramonti, l’Azzolina ha applaudito all’iniziativa ma non ha concesso i permessi di assenza da scuola agli studenti. Come dire agli operai di scioperare domenica”.

“Il nostro sciopero più grande l’anno scorso ha funzionato grazie al permesso. Oggi è un nuovo inizio, i nostri attivisti si stanno riprendendo da lockdown”.

“Scioperiamo da una giornata di scuola o di lavoro – è il grido di allarme che lanciano – per inchiodare le persone al potere alle loro responsabilità e al loro tradimento. Nessun governo, nemmeno quello italiano, ha ascoltato sul serio gli allarmi che la comunità scientifica ripete da anni”.

Questo decennio è “cruciale: le scelte che facciamo, le politiche che adottiamo sono determinanti per il futuro della nostra e delle prossime generazioni”, dicono parlando dell’urgenza di azioni concrete per combattere i cambiamenti climatici ed arrestare le emissioni di CO2.

In oltre 100 città – spiegano – tra scioperi e presidi studenteschi i Fridays si impegnano a rispettare le disposizioni di sicurezza per la protezione contro il coronavirus.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!