Fratoianni (Leu): non vorrei che il dibattito si concentrasse molto sulle piste da sci tralasciando ancora la scuola

Stampa

“Io credo che ci sia un unico approccio serio quando parliamo di riaperture e di cosa è possibile fare in periodo di diffusione del contagio da Covid19: studiare l’andamento della curva epidemiologica, con grande cautela perché dobbiamo garantire la salute di tutti e tutte.

E mi si faccia dire una cosa in più : io non vorrei che il dibattito politico e mediatico si concentrasse moltissimo sulle piste da sci e magari tralasciando ancora troppo a lungo la scuola, che è stata chiusa rapidamente, anche laddove non c’erano restrizioni particolari. Le scuole sono state le prime ad essere chiuse, mentre negozi ed attività lavorative rimanevano aperte ed oggi l’Inail ci parla del boom di contagi sul lavoro ad ottobre.”

Lo afferma il portavoce nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni dai microfoni di Rai Uno nel corso della trasmissione Oggi è un altro giorno condotta da Serena Bortone.

“Ecco io vorrei – prosegue l’esponente di Leu -che le prime a riaprire fossero le scuole, e la prima preoccupazione di tutti fosse dedicata alla scuola, che è il principale investimento culturale e badate in prospettiva anche economico di questo Paese.”

“La dispersione formativa che stiamo rischiando per un’intera generazione – conclude Fratoianni – è un danno che non possiamo permetterci.”

Stampa

Tfa sostegno VI ciclo: cosa studiare? Parliamone con gli esperti il 29 luglio