Fratoianni: “La scuola non è una spesa, ma un investimento”

WhatsApp
Telegram

Il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, interviene al dibattito organizzato dai sindacati in vista delle elezioni del 25 settembre.

“La scuola rappresenta la più importante infrastruttura sociale e culturale di un paese, un terreno non di una spesa ma di un investimento. Ho ricordato di recente all’ex ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, protagonista di un periodo di numerosi tagli alla scuola. Si può decidere di programmare in via di spesa corrente”.

E ancora: “Anziché destinare i fondi della spesa corrente alle spese militari potremmo aumentare il salario dei docenti, curare le infrastrutture, curare la percezione sociale della scuola, si devono fare scelte politiche ben precise”.

Per dare credibilità all’impegno delle Istituzioni e della politica nei confronti del mondo della scuola, oggi occorre dare priorità sul terreno degli investimenti. Quegli investimenti mancati nel corso degli anni dopo i tagli drammatici provocati dal governo della destra.
C’è bisogno di mettere a bilancio, nella spesa corrente, in maniera strutturale almeno 15 miliardi di euro, affinché la spesa italiana nel settore della formazione si avvicini alla media europea dei Paesi più avanzati”.

Lo afferma Nicola Fratoianni dell’Alleanza Verdi Sinistra parlando con i cronisti a margine dell’incontro pubblico a Roma organizzato dalle organizzazioni sindacali del mondo della scuola .

Noi pensiamo che l’istruzione dalla culla all’università – prosegue il leader di SI – debba essere pubblica e gratuita, e per poterlo fare, magari si può evitare di investire ulteriormente in spese militari con l’aumento paventato del 2%.
Sono risorse che devono invece essere messe sulla scuola per potenziare la sua capacità educativa, per rendere più moderne e sicure le sue infrastrutture, per dire basta all’eterno precariato e per superare una volta per tutte le classi pollaio.
Risorse – conclude Fratoianni – per rendere ancora più dignitosi i salari dei nostri docenti: pur svolgendo una funzione fondamentale sul piano educativo, culturale e sociale, in un Paese dove tutti gli stipendi in 30 anni sono andati indietro, il dato salariale dei prof è un dato ancor più eclatante“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur