Fratelli d’Italia: lo Stato è pronto a licenziare i precari e la ministra Azzolina acconsente

Stampa
Lucia Azzolina

Emerge una situazione paradossale per i docenti precari con l’approvazione di un emendamento nel Decreto Rilancio: assunti, ma licenziati in caso di nuovo lockdown

“Maggioranza e governo continuano a calpestare i diritti fondamentali dei supplenti della scuola, nel  decreto Rilancio hanno inserito una norma che permette di licenziare, senza alcun indennizzo gli ultimi assunti, in caso di nuovo lockdown”.

Lo affermano i deputati di Fratelli d’Italia Carmela Ella Bucalo e  Paola Frassinetti, rispettivamente responsabile scuola del dipartimento Istruzione di Fdi e vicepresidente commissione Cultura.

“Che giustificazione addurrà questa volta il ministro Azzolina che sta gestendo la scuola a simpatia e antipatia? – si domanda Frassinetti – La situazione è davvero drammatica, sono stati bocciati emendamenti  fondamentali che prevedevano procedure semplificate per assumere i docenti specializzati su sostegno”.

“Migliaia di cattedre rimarranno scoperte per ancora 2 anni, quindi: emergenza continua, caos e approssimazione. Si naviga a vista con misure inadeguate, carenze d’organico, risorse limitate e nessun intervento sulle strutture. In compenso però la responsabilità è stata scaricata sui dirigenti. L’anno scolastico è a rischio, ma questo, per il ministro tutto social e poca sostanza, resta un dettaglio”,  conclude l’esponente di Fdi.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì