Fratelli d’Italia lancia l’idea: “I percettori del reddito di cittadinanza per colmare le carenze di organico tra gli Ata”

“Impieghiamo i percettori di reddito di  cittadinanza, non ancora occupati, nelle scuole per colmare le carenze di organico tra i collaboratori. Un modo semplice ed efficace che  garantirebbe un’occupazione stabile a migliaia di italiani, ma  soprattutto riuscirebbe a dare un concreto contributo per risolvere  l’emergenza sanitaria nelle scuole. Con l’inizio dell’anno scolastico  sarà indispensabile una maggiore presenza a supporto delle attività quotidiane. L’impiego dei percettori di reddito di cittadinanza,  all’interno dei plessi scolastici per intensificare l’attività di  sorveglianza, igienizzazione e pulizia arredi e locali. Se davvero la  maggioranza ha a cuore la scuola, voti a favore del nostro Ordine del Giorno”.

Così è quanto dichiarato dai deputati di Fratelli d’Italia, Carmela Ella Bucalo e Paola Frassinetti, rispettivamente responsabile  scuola del dipartimento istruzione di Fdi e vicepresidente commissione Cultura.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!