Fratelli d’Italia all’attacco: “Da nord a sud, le Regioni sconfessano Azzolina, è da cartellino rosso”

Stampa

“Da nord a sud i presidenti di regione continuano a sconfessare un’inconcludente ministro: chiudono le scuole, primarie e secondarie, proprio in queste ultime ore quelle della Basilicata. Cancelli serrati inoltre, anche in molte scuole materne. Un’offesa alla nazione, alla cultura, all’istruzione che la Azzolina non è stata capace di scongiurare”.

Lo affermano i deputati di Fratelli d’Italia Carmela Ella Bucalo, Paola Frassinetti e Salvatore Caiata.

“Una bocciatura che arriva direttamente dai ragazzi che per protestare contro la Dad, seguono le lezioni davanti agli istituti chiusi. La scuola è un luogo sicuro, farnetica il ministro, strano che ad oggi, ben 105 mila casi di Covid si siano registrati in classe. Presidi sanitari, termoscanner, adeguati dispositivi medici, frequenti sanificazioni, test rapidi e tecnostrutture. Le proposte inascoltate di Fratelli d’Italia. Al 1 settembre nelle scuole mancavano 283.461 Pc, 336.252 gli alunni privi di connettività’. Il Rosso non va dato alle regioni, ma al ministro Azzolina”, concludono.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur