Fratelli d’Italia all’attacco: “Da nord a sud, le Regioni sconfessano Azzolina, è da cartellino rosso”

Stampa

“Da nord a sud i presidenti di regione continuano a sconfessare un’inconcludente ministro: chiudono le scuole, primarie e secondarie, proprio in queste ultime ore quelle della Basilicata. Cancelli serrati inoltre, anche in molte scuole materne. Un’offesa alla nazione, alla cultura, all’istruzione che la Azzolina non è stata capace di scongiurare”.

Lo affermano i deputati di Fratelli d’Italia Carmela Ella Bucalo, Paola Frassinetti e Salvatore Caiata.

“Una bocciatura che arriva direttamente dai ragazzi che per protestare contro la Dad, seguono le lezioni davanti agli istituti chiusi. La scuola è un luogo sicuro, farnetica il ministro, strano che ad oggi, ben 105 mila casi di Covid si siano registrati in classe. Presidi sanitari, termoscanner, adeguati dispositivi medici, frequenti sanificazioni, test rapidi e tecnostrutture. Le proposte inascoltate di Fratelli d’Italia. Al 1 settembre nelle scuole mancavano 283.461 Pc, 336.252 gli alunni privi di connettività’. Il Rosso non va dato alle regioni, ma al ministro Azzolina”, concludono.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia