La frase di rito “Avvio regolare dell’a.s. 2013/2014, con supplenti appena iniziano le lezioni”. Vogliamo crederci

di Lalla
ipsef

Lalla – Queste le parole rassicuranti del Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, che punta all’informatizzazione delle procedure per assicurare un regolare avvio dell’anno scolastico. Un breve excursus sulla stessa frase pronunciata dagli ex di viale Trastevere, con immisisoni in ruolo non completate, assegnazioni provvisorie in alto mare, supplenze "fino all’avente diritto".

Lalla – Queste le parole rassicuranti del Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, che punta all’informatizzazione delle procedure per assicurare un regolare avvio dell’anno scolastico. Un breve excursus sulla stessa frase pronunciata dagli ex di viale Trastevere, con immisisoni in ruolo non completate, assegnazioni provvisorie in alto mare, supplenze "fino all’avente diritto".

Vogliamo crederci e per confortarci riportiamo il medesimo annuncio dei suoi predecessori

"Anche quest’anno, per la quarta volta consecutiva, riusciremo a far partire regolarmente in tutta Italia l’anno scolastico, con tutti gli insegnanti in classe dal primo giorno di scuola. Questi sono dati di fatto e non opinioni". Letizia Moratti, anno scolastico 2004 2005

"nomine in ruolo da effettuarsi entro il 31 luglio per garantire il regolare avvio del prossimo anno scolastico" Giuseppe Fioroni anno scolastico 2007 2008

"Avvio regolare per il nuovo anno scolastico. Lo promette il Ministro Mariastella Gelmini. "Ci sono le condizioni per un avvio regolare dell’anno scolastico. Abbiamo completato le procedure necessarie per l’immissione in ruolo dei 66 mila nuovi insegnanti e personale tecnico amministrativo e abbiamo fatto in modo di garantire un docente in ogni classe fin dal primo giorno, assicurando agli studenti la continuità didattica", ha detto il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi in occasione dell’apertura dell’anno scolastico" Maria Stella Gelmini, anno scolastico 2011 2012

"Signor Presidente della Repubblica, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti, care famiglie e soprattutto cari studenti, in questa solenne occasione voglio esprimere la mia gratitudine e stima a tutta la comunità della scuola e al personale dell’amministrazione centrale e periferica del ministero, che anche quest’anno hanno permesso la regolare apertura dell’anno scolastico. Anche nelle zone più difficili, come quelle colpite dal terremoto dello scorso maggio" Francesco Profumo, anno scolastico 2012 2013

A leggere queste dichiarazioni dovremmo credere che le lamentele, soprattutto dei docenti precari, siano immotivate.

Mai un accenno al fatto che gli Uffici Scolastici non ce la facciano, in molti casi, a garantire le immissioni in ruolo entro il 31 agosto (nonostante l’ottimismo sulle procedure concorsuali anche quest’anno la situazione non sarà diversa), le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie spesso vengono definite nelle prime settimane di settembre (se non oltre), e poi… nessuno ha mai sentito parlare di supplenze fino all’avente diritto?

Quelle che quest’anno hanno coinvolto i docenti delle graduatorie di istituto fino al mese di dicembre, a causa del rifacimento "informatizzato" delle graduatorie di istituto, quelle che sconvolgono gli assetti delle supplenze, la continuità didattica, la possibilità di avere un consiglio di classe stabile, quelle che fanno "sudare" gli assistenti amministrativi e penare i precari per una retribuzione che arriva sempre in ritardo.

Tutto questo scomparirà nell’a.s. 2013/2014. Siamo impazienti di poter fornire un resoconto dettagliato della nuova era informatizzata, con i supplenti in classe il primo giorno di lezione.

Scarica tutto il discorso del Ministro

Versione stampabile
anief anief
soloformazione