Francia. Espulsa dalla scuola cattolica dopo essere stata violentata in gita d’istruzione

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Una studentessa  francese è stata espulsa da una scuola privata cattolica, per non aver rispettato il coprifuoco delle 22 in gita scolastica e ed essere stata stuprata in albergo.

Red – Una studentessa  francese è stata espulsa da una scuola privata cattolica, per non aver rispettato il coprifuoco delle 22 in gita scolastica e ed essere stata stuprata in albergo.

La ragazza era in gita con la sua classe in un ostello di Berlino, spiega il quotidiano Le Figaro. Nonostante il regolamento di istituto lo vietasse, insieme ad alcune compagne, decide di uscire dalla camera e in corridoio incrociano un giovane polacco, che avevano conosciuto la mattina stessa.

Questi le porta nella sua camera, dove c’erano altri 3 ragazzi che, dopo averle fatto bere, hanno violentato la ragazza.

Al ritorno a scuola, alle ragazze è stato comminato un procedimento disciplinare: espulsione dalla scuola per aver assunto alcol, come chiaramente indicato nel regolamento della scuola.

I genitori della ragazza ritengono che la sanzione non sia proporzionata a quanto è accaduto, perché non solo le si attribuisce la colpa di quanto è successo, ma inoltre riceve una sanzione molto pesante.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare