Fraleone (PRC/SE): Investimenti e provvedimenti subito per un diritto allo studio in sicurezza

Stampa

Comunicato stampa – Ci voleva il dramma del corona-virus per mettere in discussione le classi “pollaio”, che abbiamo sempre contrastato per ragioni di efficacia educativa.

Sono da tempo una realtà diffusa in tutto il territorio nazionale, anche in presenza di alunni disabili, a causa dei ripetuti tagli alla scuola, anche attraverso l’aumento del numero degli alunni per classe.

Finalmente si parla di una loro messa in discussione anche in ambienti governativi, ma non delle risorse necessarie, per ridurre drasticamente il numero degli alunni per classe, per aumentare quello del personale della scuola necessario e per un piano di edilizia scolastica che soddisfi l’esigenza di ambienti scolastici salubri, sicuri e attrezzati.

Temiamo soluzioni che puntino a mantenere quote di didattica on line e turnazioni di orari oltre la fase di emergenza.

Rifondazione Comunista chiede investimenti e provvedimenti adeguati “subito”, per garantire il diritto allo studio e alla salute dei nostri studenti.

Loredana Fraleone, Responsabile Scuola Università Ricerca PRC/SE

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur