La Fotografia scompare come materia di insegnamento? Ne parla l’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti TAU Visual

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

inviato da Coordinamento Docenti A065 – Comunicato stampa di TAU Visual, Associazione Nazionale Fotografi Professionisti, per un’azione affinche’ si mantenga la fotografia come materia di insegnamento nelle scuole superiori. In collaborazione con il "Coordinamento Nazionale A065" ( gruppo di aggregazione spontanea dei Docenti di Fotografia degli Istituti Superiori in Italia)

inviato da Coordinamento Docenti A065 – Comunicato stampa di TAU Visual, Associazione Nazionale Fotografi Professionisti, per un’azione affinche’ si mantenga la fotografia come materia di insegnamento nelle scuole superiori. In collaborazione con il "Coordinamento Nazionale A065" ( gruppo di aggregazione spontanea dei Docenti di Fotografia degli Istituti Superiori in Italia)

L’attuale riforma della Scuola Secondaria Superiore propone l’eliminazione della materia specifica fotografica (classe di concorso A065) per accorparla nella nuova A050: "Tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali" (che ingloba le materie: – Scienze e tecnologie applicate – Progettazione multimediale – Organizzazione e gestione dei processi produttivi – Tecnologie dei processi di produzione – Laboratori tecnici).
Inoltre, la "nuova" classe A050 non e’ stata inserita nei programmi dei Licei Artistici.

Questa situazione solleva DUE aspetti:
a) Uno, piu’ contingente e circoscritto, relativo agli Insegnanti direttamente coinvolti, e che si sono raggruppati nel Coordinamento A065 (se sei un Insegnante Statale di Fotografia potresti aderirvi – vedi: http://a065veneto.blogspot.it/)

Se sei interessato alla documentazione tecnica e dettagliata sul problema specifico, vedi questo file, preparato dal Coordinamento A065

b) Un secondo, che tocca piu’ ampiamente tutto il settore fotografico, l’indotto e l’opinione pubblica, e cioe’ la scarsa attenzione che – a differenza dei Paesi piu’ avanzati – viene riposta dalle nostre Istituzioni nella Fotografia come linguaggio universale, mezzo di comunicazione, forma d’arte, mezzo di aggregazione.

Riteniamo che la cultura, l’arte, la multimedialita’, il giornalismo, ed in genere l’intero impianto delle comunicazioni e dell’arte in Italia trarrebbe grande beneficio da una maggiore coscienza – da parte delle Istituzioni – del valore, storico, attuale e futuro, della Fotografia.

Se concordi con questo aspetto, puoi registrarti a un’apposita mailing list, che trovi linkata da:http://www.fotografi.org/scuola/A065.htm, per essere tenuto informato in futuro delle iniziative legate al riconoscimento
pubblico della valenza pedagogica, comunicativa ed artistica della fotografia.

Vedi il breve video che introduce il problema:

e, se sei interessato all’argomento, leggi il dettaglio ed i documenti

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito