Forse era meglio concentrare gli sforzi nell’assunzione di insegnanti. Lettera

Stampa

Inviata da Licia Guidi – Leggo delle discussioni fra Stato e regioni sulla Dad. Come al solito usiamo la tecnica dello struzzo e nascondiamo la faccia sotto la sabbia.

La ministra afferma di aver visitato molte scuole negli ultimi giorni : certamente non le scuole secondarie di secondo grado ove l’alternanza fra classe in presenza e didattica a distanza è praticata dalla maggior parte degli istituti non essendo stato possibile trovare adeguati spazi per accogliere classi numerose, le cosiddette “classi pollaio”.

Visto che ha dichiarato in TV a Di Martedi , come al solito senza contradditorio, che durante l’estate il governo ha fatto tutti gli sforzi possibili, si potrebbe obiettare che forse era meglio concentrare questi sforzi nella ricerca di spazi e nell’assunzione di insegnanti. Come al solito si è scaricato tutto a chi è in prima linea e ci si è limitati a fare proclami pensando di risolvere tutto con i banchi ” a rotelle”

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì