Fornero, i giovani “non sanno neanche le tabelline”. Replica Marianello (FLI), “dovrebbe prendersela con gli insegnanti”

di
ipsef

red – La Fornero non ha peli sulla lingua e denuncia nell’intervento a un convegno sull’apprendistato a Torino "i nostri giovani sanno troppo poco. Non conoscono le lingue, l’italiano compreso e neanche i rudimenti della matematica. Non sanno fare di conto".

red – La Fornero non ha peli sulla lingua e denuncia nell’intervento a un convegno sull’apprendistato a Torino "i nostri giovani sanno troppo poco. Non conoscono le lingue, l’italiano compreso e neanche i rudimenti della matematica. Non sanno fare di conto".

Il ministro ha citato alcuni dati sui giovani della fascia d’età fra 18 e 24 anni, con titolo di scuola media inferiore e non inseriti in altri percorsi formativi: la media europea è del 14%, in Italia del 18,8%, in Spagna dell’11% e in Francia del 12%.

Alle affermazioni della Fornero ha replicato l’esponente del FLI Marianello: "Il Ministro Fornero non deve attaccare i giovani che non sanno le tabelline. Se i giovani italiani hanno problemi con italiano, matematica e inglese, forse le responsabilità maggiori vanno attribuite al sistema educativo, alla Scuola e agli insegnanti. Le consiglio di farsi già oggi un happy hour con il ministro Profumo e iniziare a buttare giù una seria riforma di Scuola e Università, la principale riforma da fare se si vogliono aiutare i giovani italiani a trovare lavoro".

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare