Formigli: la scuola non è un tema urgente e non porta voti

Il conduttore di Piazza Pulita, programma di approfondimento giornalisto in onda su La 7, su Elle, esprime forti critiche sull’attuale gestione della scuola.

Quello che colpisce, sostiene Formigli, è il non volere o sapere contemplare l’impossibile. E poi: “Perché l’ospedale anti-covid della Fiera di Milano lo si è tirato su in due settimane e non si può fare altrettanto con una scuola? Perché l’emergenza sanitaria ci ha permesso di approntare nelle zone rosse efficienti ospedali da campo e l’emergenza scolastica non contempla l’eventualità di costruire nuove aule e laboratori didattici?”.

Interrogativi legittimi quelli del giornalista che poi rilancia: “la rabbia di noi genitori davanti a quest’approssimazione avrà delle conseguenze. Si potevano immaginare scuole da campo magnificamente prefabbricate laddove quelle tradizionali non offrissero abbastanza spazio per distanziare i bambini”.

E infine: “Mi rifiuto di pensare che il tema più importante di un Paese, l’istruzione, possa essere affidato alle scelte di un singolo ministro”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia