Immissioni in ruolo. Formiamo un Coordinamento nazionale PAS – TFA?

WhatsApp
Telegram

Il gruppo di docenti abilitati PAS A059 di Modena lancia la proposta di costituire un Coordinamento nazionale PAS – TFA per riunire in un' unica voce l’appello di circa 100000 docenti abilitati inseriti nella II fascia delle graduatorie di istituto esclusi dal piano di stabilizzazione proposto dal Governo per il 2015. Stanziato un miliardo per assumere 149mila precari

Il gruppo di docenti abilitati PAS A059 di Modena lancia la proposta di costituire un Coordinamento nazionale PAS – TFA per riunire in un' unica voce l’appello di circa 100000 docenti abilitati inseriti nella II fascia delle graduatorie di istituto esclusi dal piano di stabilizzazione proposto dal Governo per il 2015. Stanziato un miliardo per assumere 149mila precari

Il comunicato

Stiamo parlando di circa 69000 abilitati PAS e circa 30000 abilitati TFA (I e II ciclo TFA) che da anni lavorano nella scuola.

Le indicazioni presenti nel documento “La Buona Scuola” del governo Renzi infatti escludono gli abilitati PAS e TFA dal piano di stabilizzazione dei precari. Il governo ha deciso di assumere 148000 docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, anche prevedendo trasferimenti da una provincia o da una regione all'altra e l'assunzione di personale su classi di concorso affini (anche al di là dell'abilitazione specifica), escludendo di fatto tutti gli insegnanti abilitati inseriti nella II fascia delle graduatorie d'istituto (per non parlare dei docenti inseriti nella III fascia delle graduatorie d'istituto, destinati secondo il Governo a sparire, magari dopo anni di servizio). Solo per alcuni degli esclusi verrà istituito un concorso pubblico che interesserà 198000 partecipanti (abilitati PAS, abilitati TFA e laureati prima dell’a.a. 2001/2002), a fronte di 40000 posti messi a concorso in tre anni a partire dal 2016 (circa 13000 posti ogni anno per tre anni)

Negli ultimi mesi sono nati moltissimi gruppi di docenti, attivi soprattutto sui social network, che si stanno battendo per il riconoscimento del diritto di essere inclusi nel piano di stabilizzazione del Governo perché abilitati e con molti anni di servizio sulle spalle, ma le iniziative e le azioni di pressione portate avanti pur con impegno e passione da tanti gruppi singolarmente rischiano di disperdere il potenziale di una battaglia che interessa così tanti
docenti, e di cui invece è indispensabile che il Governo tenga conto, perché è grazie a questi docenti che la scuola continua a funzionare.

Proponiamo dunque la creazione di un Coordinamento Nazionale che abbia il ruolo di collegamento tra i vari gruppi esistenti, favorisca la condivisione di informazioni, idee e proposte, e sia strumento di azione per unire le forze per rivendicare con decisione e in maniera efficace il diritto dei docenti abilitati della II fascia di istituto ad essere riconosciuti a tutti gli effetti come precari storici della scuola.

Proponiamo che il Coordinamento Nazionale PAS – TFA sia una libera associazione di gruppi e persone, senza connotazioni politiche, che abbia l'unico scopo di coordinare le iniziative dei diversi gruppi che attualmente rappresentano i docenti abilitati di II fascia e amplificare la loro voce, prendendo contatti con politici, sindacati, associazioni di genitori, e con tutti gli altri soggetti che vorranno condividere questa battaglia civile per la stabilizzazione lavorativa. In questa ottica riteniamo che il Coordinamento Nazionale PAS – TFA debba strutturarsi come rete di gruppi già esistenti, con referenti a livello provinciale e regionale che facciano da collegamento con i membri del territorio di appartenenza.

Abbiamo creato un gruppo in Facebook dal nome “Coordinamento Nazionale PAS – TFA” e vogliamo creare delle mailing list a livello locale e nazionale per tenere aggiornati tutti gli interessati e raccogliere le voci, le idee e le proposte di azione di tutti quelli che sono interessati alla nostra battaglia comune.

Crediamo che soltanto uniti si possa riuscire a far sentire la nostra voce, a rivendicare il riconoscimento della nostra professionalità di docenti, a chiedere che il nostro diritto alla stabilizzazione lavorativa venga rispettato.

Invitiamo dunque tutti i gruppi di docenti che si stanno mobilitando su questo fronte di unire le forze e aderire alla nostra proposta per la creazione di un Coordinamento Nazionale PAS – TFA.

I nostri contatti: email [email protected]
facebook coordinamentonazionalepas-tfa

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur