Formazione, seminario eTwinning in Ungheria: potranno partecipare 5 docenti italiani, candidature entro il 15 luglio

di redazione
ipsef

Proseguono le iniziative di formazione di eTwinning, la piattaforma di gemellaggio elettronico fra scuole europee. E' stata, infatti, avviata la procedura che permetterà la partecipazione al primo seminario del prossimo anno scolastico, che si terrà a Budapest dal 29 settembre al 1° ottobre. 

Proseguono le iniziative di formazione di eTwinning, la piattaforma di gemellaggio elettronico fra scuole europee. E' stata, infatti, avviata la procedura che permetterà la partecipazione al primo seminario del prossimo anno scolastico, che si terrà a Budapest dal 29 settembre al 1° ottobre. 

Il seminario è rivolto ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado e si propone la finalità di porre in essere nuovi progetti di gemellaggio elettronico fra scuole europee.

Parteciperanno al seminario i docenti appartenenti ai seguenti Paesi: Bulgaria, Croazia, Italia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Serbia, Slovacchia e Ungheria
Per quanto riguarda l'Italia, l'Unità nazionale selezionerà i 5 docenti, che prenderanno parte al citato seminario.

Nell'ambito della selezione, sarà data precedenza a chi ha partecipato alla formazione eTwinning online (webinar, corsi, learning event, ecc.), a chi ha un’attività pregressa in piattaforma e a chi non ha mai usufruito di mobilità per altri eventi europei eTwinning.

Per potersi candidare è necessario essersi iscritti a eTwinning nel corso dell'a.s. 2015/16 e avere una buona conoscenza dell'inglese, lingua in cui si terrà il seminario.

I docenti interessati devono inviare la propria candidatura entro le ore 11 del 15 luglio p.v., utilizzando l'apposito modulo on-line, che trovate a questo link.

Vitto e alloggio saranno gestiti direttamente dall'Unità italiana, mentre il viaggio sarà organizzato dagli stessi docenti che ne avranno rimborsato il costo, previa presentazione della documentazione in originale e in base alle regole di rimborso che saranno comunicate ai docenti selezionati.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare