La formazione professionale esclusa dalle procedure di iscrizione on line

Stampa

Red – L’assessore regionale al Lavoro della regione Piemonte, Claudia Porchietto, boccia le iscrizioni on line del MIUR perché crea disparità di trattamento e disagi alle famiglie. 

Red – L’assessore regionale al Lavoro della regione Piemonte, Claudia Porchietto, boccia le iscrizioni on line del MIUR perché crea disparità di trattamento e disagi alle famiglie. 

I disagi saranno soprattutto per le 7.800 famiglie che iscrivono i figli alla formazione professionale, perché le agenzie formative sono state lasciate fuori dalle iscrizioni on line. L’ assessore denuncia quindi la mancanza di integrazione fra il sistema istruzione e quello di formazione professionale nella scelta di escludere dalle procedure telematiche l’iscrizione alle agenzie formative. 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia