Formazione personale docente educativo ed ATA: diritti, criteri, obiettivi. Ruolo della contrattazione [GUIDA UIL Scuola]

Stampa

Con la sottoscrizione del nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del 19 aprile 2018 (C.C.N.L. 2016-2018) è stata restituita piena dignità alla contrattazione, soprattutto a livello di scuola,  le decisioni tornano ad essere collegiali.

La formazione del personale della scuola ritorna ad essere materia di contrattazione a livello nazionale e di singola scuola per quanto riguarda i criteri generali di ripartizione delle risorse, mentre è materia di confronto, a livello nazionale e regionale per quanto riguarda gli obiettivi e le finalità; di singola istituzione scolastica per ciò che riguarda i criteri per la fruizione dei permessi.

FORMAZIONE DIRITTO SIA INDIVIDUALE CHE COLLEGIALE – RUOLO DEGLI ORGANI COLLEGIALI

LA FORMAZIONE È UN DIRITTO E PER ESPLETARLO È POSSIBILE ANCHE L’ESONERO DAL SERVIZIO

IL RUOLO DEL COLLEGIO DEI DOCENTI

LE AZIONI (CONSIGLIATE) DEL COLLEGIO DOCENTI

IL RUOLO DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO

LA FORMAZIONE PER IL PERSONALE A.T.A

RIPARTIZIONE DELLE RISORSE ALLE SCUOLE

RELAZIONI SINDACALI

CONTRATTAZIONE E CONFRONTO

COME VENGONO ASSEGNATE LE RISORSE E COSA DEVE FARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL RUOLO DELLA CONTRATTAZIONE

QUALI POTREBBERO ESSERE I CRITERI (INDICAZIONI DI MASSIMA)

La formazione e la contrattazione di istituto – Scheda di sintesi UIL Scuola GUIDA

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur