Formazione e Inclusione migranti, Indire: seminario dal 14 al 16 settembre

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Indire – A quasi tre anni dal lancio di EPALE, la piattaforma elettronica europea dedicata all’apprendimento degli adulti, l’Unità Epale che gestisce l’azione in Italia torna ad occuparsi della tematica educazione e formazione dei migranti e dei richiedenti protezione umanitaria.

L’occasione è il seminario “La formazione accogliente: condivisione di pratiche e scenari di collaborazione”, che si terrà a La Spezia dal 14 al 16 settembre 2017, per fare il punto sulla situazione, approfondire con esperti e operatori le nuove sfide poste al mondo educativo e cercare soluzioni efficaci da condividere.

Partendo dal dato ISTAT, che registra un 50% della popolazione adulta che non raggiunge il requisito minimo di competenza per partecipare alla vita sociale, per chi arriva nel nostro paese in condizione di migrante o richiedente asilo la situazione è ancor più problematica. Nella gestione dell’emergenza non mancano tuttavia i progressi, come la presenza di corsi gratuiti di insegnamento dell’italiano, da parte dei Centri provinciali di istruzione degli adulti CPIA e l’avvio dei percorsi educativi necessari a collocarsi in modo dignitoso nella società.

Durante l’incontro di La Spezia si porrà l’accento proprio sulle esperienze di rete tra i CPIA, i centri di accoglienza e le onlus per gestire la prima accoglienza e l’alfabetizzazione linguistica.

Il seminario porterà all’elaborazione di un “Manifesto sulla formazione accogliente” a cura dei partecipanti: insegnanti dei CPIA, educatori e operatori del terzo settore e delle organizzazioni coinvolte sull’immigrazione dal punto di vista dell’inserimento sociale e lavorativo. Per partecipare basta registrarsi alla piattaforma Epale e candidarsi entro il 10 luglio. Tutte le informazioni sono disponibili sulla piattaforma.

COS’È EPALE

L‘Electronic Platform for Adult Learning in Europe (EPALE) è l’ambiente online aperto a tutti, ma dedicato in particolare a chi opera nel settore dell’educazione degli adulti. Punto di incontro europeo sulle migliori pratiche ed esperienze, la piattaforma ha lo scopo di aprire all’Europa il dibattito nazionale sui tanti temi che intersecano i percorsi educativi pensati per gli adulti, anche a livello non formale. Sulla piattaforma è possibile scambiare notizie, opinioni, idee e risorse con altri professionisti in tutta Europa.

Attualmente sono circa 26.000 gli iscritti e 2.946 quelli in Italia (vd. infografica allegata). Ogni mese circa 120 esperti italiani del settore si registrano al portale europeo e il nostro Paese è il secondo nel mondo per numero di iscritti, dopo la Turchia (3200 iscritti). L’Unità nazionale EPALE ha sede presso l’Indire.

La Spezia, 30 giugno 2017

Versione stampabile
anief banner
soloformazione