Formazione in servizio per i docenti, CSPI dà parere negativo al decreto “Ambiguo e complesso, alla fine incentivo economico per poco più di un docente a scuola”

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) ha espresso un parere negativo sullo schema di decreto ministeriale relativo alla valutazione dei percorsi di formazione incentivata per il personale docente. Il decreto, nato dalla modifica del decreto legislativo 59/2017 attraverso il decreto-legge 36/2022, mira a riorganizzare il sistema di formazione iniziale e continua dei docenti.

Il decreto-legge 36/2022 introduce una formazione continua incentivata per i docenti di ogni ordine e grado, nonché la creazione della Scuola di Alta Formazione dell’Istruzione . Quest’ultima si occupa della promozione e coordinamento della formazione in servizio dei docenti.

Il CSPI ha sottolineato le difficoltà nel comprendere le connessioni tra il decreto in esame e altri provvedimenti attuativi ancora non definiti. Inoltre, la definizione di “figure di sistema” per i docenti che supportano organizzativamente la scuola appare poco chiara.

Il decreto propone una valutazione che sembra più focalizzata sull’operato complessivo del docente piuttosto che sul percorso formativo stesso. Si sollevano dubbi sulla mancanza di criteri specifici per valutare gli obiettivi raggiunti e le competenze acquisite.

Si evidenzia un potenziale conflitto con il CCNL riguardante la progressione di carriera e le competenze delle autonomie scolastiche nella progettazione delle attività formative.

In caso di valutazione negativa, il decreto prevede “forme di supporto formativo”, ma rimane incerta la procedura per ripetere o superare l’annualità non completata.

Il decreto prevede un incentivo economico una tantum solo per un numero limitato di docenti, sollevando preoccupazioni sull’equità del sistema.

Il CSPI ritiene che le modalità attuative del decreto non siano efficaci nel raggiungere gli obiettivi di innovazione didattica e organizzativa, rafforzamento dell’autonomia scolastica e sviluppo professionale.

TESTO DELLA RIFORMA

parere_cspi_formazione

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA