Formazione: docenti possono chiedere esonero servizio per Salone del libro a Torino e Cremona Musica Festival. TUTTE LE INFO

Stampa

Formazione docenti anno scolastico 2021/22: il Ministero dell’istruzione ha diramato due comunicazioni riguardanti la possibilità di richiedere, in via straordinaria, il permesso retribuito per la partecipazione a due eventi.

Permesso straordinario retribuito

I due eventi individuati dal Ministero sono

  •  XXXIII Salone Internazionale del libro di Torino

DESTINATARI: docenti di ogni ordine e grado

DATA: 14 -18 ottobre 2021

SEDE: Torino, Lingotto Fiera, via Nizza 280

L’avviso del Ministero

  •  Cremona Musica International Exhibitions and Festival

TEMA : formazione e aggiornamento per il mondo della scuola e dei conservatori, utilizzo della tecnologia digitale in funzione della valorizzazione dello strumento musicale

DESTINATARI: personale docente di educazione musicale e insegnanti di strumento musicale di ogni ordine e grado

DATA 24- 26 settembre 2021

SEDE: Fiera di Cremona, Piazza Zelioli Lanzini 1, 26100 Cremona

L’avviso del Ministero

Esonero dal servizio

Considerato il particolare interesse che l’argomento trattato riveste e avuto riguardo a quanto disposto dall’art. 453 del D. L.vo 297/94, così come modificato ed integrato dall’art. 26, comma 11, della L. 23/12/1998 n. 448, tenute presenti le disposizioni della circolare n. 3096 del 2/2/2016, nonché delle disposizioni contenute all’art. 64 del CCNL Comparto Scuola, si consente, in via straordinaria, che gli interessati all’evento suddetto, compatibilmente con le esigenze di servizio e nel rispetto dell’esigenza di continuità dell’insegnamento, vi partecipino a proprie spese e senza alcun onere né responsabilità a carico dell’amministrazione scolastica, con esonero dall’obbligo di servizio nel giorno sopraindicato.

No nomina supplenti

“Nel corso di uno stesso anno scolastico – ricorda il Ministero –  il periodo di assenza per partecipare a congressi e a convegni non può superare i 5 giorni per ciascun dipendente e che in nessun caso si può procedere alla nomina di supplenti in sostituzione dei docenti interessati.”

Formazione e aggiornamento docenti

La partecipazione ad attività di formazione e di aggiornamento costituisce un diritto per tutto il personale in servizio in quanto funzionale alla piena realizzazione e allo sviluppo delle proprie professionalità.

Per i docenti, le iniziative formative, ordinariamente, si svolgono fuori dell’orario di insegnamento.

Il personale che partecipa ai corsi di formazione organizzati dall’amministrazione a livello centrale o periferico o dalle istituzioni scolastiche è considerato in servizio a tutti gli effetti. Qualora i corsi si svolgano fuori sede, la partecipazione ad essi comporta il rimborso delle spese di viaggio.

I 5 giorni

In particolare, l’art. 64 del CCNL 29.11.07, per quanto riguarda i permessi, si divide in due commi:

  • il comma 3 che riguarda i corsi di formazione organizzati dall’amministrazione centrale o periferica o dalle istituzioni scolastiche, per la cui partecipazione il personale è considerato in servizio a tutti gli effetti, con rimborso delle spese di viaggio se essi si svolgono fuori sede.
  • il comma 5 che riguarda i 5 gg. di permesso per i quali non è prescritto che possano essere fruiti solo se i corsi siano organizzate dall’amministrazione.

Pertanto, per fruire dei 5 gg. (comma 5) il docente non dovrà dimostrare che i corsi siano organizzati dall’Amministrazione, ma basta che fornisca gli estremi del corso/convegno a cui intende partecipare che può essere quindi di qualunque natura e non obbligatoriamente organizzato dall’amministrazione.

Ovviamente la partecipazione ad iniziative di formazione come docente o come discente non sono cumulabili.

Pertanto, i giorni di permesso si intendono 5 complessivi tra corsi in cui il docente è discente e quelli in cui è formatore.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 31 dicembre 2021. Il 9 novembre ne parliamo in diretta. Registrati al webinar