Formazione docenti, Miur indica temi attività formative a.s. 2017/18: dalla valutazione all’inclusione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella giornata di ieri, i sindacati sono stati al Miur per un incontro sul bonus di 500 destinato alla formazione e all’aggiornamento dei docenti di ruolo.

Nel corso dell’incontro, come riferito anche dallo Snals, è stata illustrata alle OOSS la bozza di circolare relativa ai finanziamenti alle scuole “Indicazioni e ripartizione fondi per le iniziative formative relative alla II annualità Piano di formazione docenti, nonché per la formazione docenti neoassunti a.s. 2017/18 e la formazione sui temi dell’inclusione”.

Oltre che di risorse, si è parlato anche delle tematiche delle attività formative nel corso della seconda annualità del Piano di Formazione.

L’Amministrazione, al riguardo, ha sottolineato che si dovranno programmare attività formative relative ai seguenti temi:

  • competenze e didattiche innovative;
  • valutazione degli apprendimenti, in riferimento alle novità  introdotte dal D.lgs. 62/17 e dai DD.MM. 741 e n.742 del 2017, con particolare riguardo alla valutazione formativa, al ruolo delle prove invalsi, alla certificazione delle competenze ed ai nuovi esami di stato;
  • alternanza Scuola-lavoro da rivedere in relazione agli esiti delle azioni di monitoraggio;
  • autonomia organizzativa e didattica, in relazione ad un miglior utilizzo dell’organico di potenziamento, e attivazione di modelli organizzativi flessibili.
  • integrazione multiculturale e cittadinanza globale;
  • inclusione e disabilità, in relazione alle novità introdotte dal D.lgs. 66/17;
  • insuccesso scolastico e contrasto alla dispersione;
  •  cultura artistica e musicale in relazione alle novità introdotte dagli artt.8-9 del d.lgs.60/17.

Qui gli acconti che saranno accreditati alle scuole, per le succitate attività formative e di aggiornamento, in attesa della rendicontazione effettuata dalle medesime entro il 30 novembre 2018.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione