Formazione docenti, Anief: il metodo ABA per ridurre comportamenti disfunzionali e nel migliorare e aumentare la comunicazione e l’apprendimento

di redazione
ipsef

comunicato Anief Cosenza – > Due frasi, due epoche. Passato e presente. Dalla trasmissione dei saperi alla “costruzione dei saperi”. Se il linguaggio è espressione degli  avvenimenti storici cui si riferisce, certamente alcuni cambiamenti della Buona Scuola segnano una diversa sensibilità verso un fenomeno.

Così si passa da integrazione ad inclusione scolastica; un allargamento semantico  interno  (scelte organizzative progettuali e metodologiche) ed esterno (collaborazione scuola-famiglia–territorio) delle istituzioni scolastiche. Nel variegato panorama scolastico della nostra scuola la complessità delle classi diviene sempre più evidente.

Ecco allora, che  enti accreditati dal Miur come Eurosofia, in collaborazione con l’IESCUM –unica agenzia formativa in Italia abilitata  al rilascio delle certficazioni utili per l’accesso alla certificazione nazionale BCBA- svolgono un ruolo rilevante per la formazione e, quindi, realizzazione di corsi ABA riconosciuti a livello mondiale e validi per l’aggiornamento obbligatorio del docente inclusivo. Eurosofia –ente di formazione dell’Anief– si pone come primo organismo promotore di corsi ABA in rete, insieme alla partecipazione delle istituzioni scolastiche, distinguendosi come ente di formazione fortemente impegnato nella realtà sociale e ben inserito nel tessuto scolastico che caratterizza la nostra realtà.

A partire dagli anni ’30, la ricerca ha dimostrato l’efficacia dell’applicazione dell’analisi del comportamento – ABA – nel ridurre comportamenti disfunzionali e nel migliorare e aumentare la comunicazione, l’apprendimento e i comportamenti socialmente appropriati. L’applicazione sistematica dei principi comportamentali individuati dalla scienza che studia il comportamento, è valida per intervenire sull’inclusione di tutti gli alunni nel contesto scolastico, non solo quindi sull’autismo dove però l’ABA continua a trovare la sua massima espressione. Ricordiamo, infatti, che l’autismo è un disturbo del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell’interazione sociale e da deficit della comunicazione verbale e non verbale che provoca ristrettezza d’interessi e comportamenti ripetitivi. Ecco, allora che il metodo s’inserisce per permettere un apprendimento di tipo formale delle capacità strumentali, sociali e di comunicazione attraverso l’applicazione in modo rigoroso e con la particolare attenzione alle regole di setting.

A sostenere fortemente la formazione dei docenti è la dirigente prof.ssa Licia Marozzo dell’Istituto Comprensivo di Fuscaldo, persona di alta professionalità e moralità, sensibile alle  ricadute che tali problematiche hanno sui sistemi prossimali e più in generale sulla comunità.

Il corso sul metodo ABA, articolato in 5 giornate di tirocinio formativo  frontale per un totale di 40 ore presso l’Istituto Comprensivo di Fuscaldo, si è concluso con successo domenica 28 ottobre c.a..  Impegnata in un tour formativo per tutto il mezzogiorno, la giovane relatrice del corso la dott.ssa Mascagni, certificata BCBA,  ha mostrato un approccio efficace e concreto (con video esplicativi) verso la platea composta  soprattutto da insegnanti curriculari e di sostegno.

In conclusione,  EUROSOFIA, ringrazia tutti i protagonisti (enti, docenti, famiglie) che ogni giorno scendono in campo per cercare di rendere positiva l’esperienza scolastica a tutti gli alunni, in modo da permettere loro la costruzione di un’identità positiva per una migliore qualità di vita.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione