Formazione docenti 25 ore su sostegno: si attendono nuove e più puntuali indicazioni dal Ministero

Stampa

Il 28 settembre, a margine dell’incontro su anno di prova e formazione dei docenti neoimmessi in ruolo è stata risollevata la questione già dibattuta negli incontri precedenti in relazione alle 25 ore di formazione obbligatoria sul sostegno.

“L’amministrazione – scrive il sindacato UIL – ha dichiarato che sta “valutando” tutte le osservazioni proposte negli incontri precedenti e ha dichiarato che sarebbe auspicabile per le scuole aspettare eventuali nuove indicazioni su tale aspetto prima di avviare le attività.”

Su questo punto la UIL Scuola ha accolto con soddisfazione un primo ripensamento del Ministero, ma nello stesso tempo, nel ribadire la netta contrarietà sull’obbligo della formazione al di fuori dell’orario di servizio (delle 40 ore relative alle attività funzionali all’insegnamento), soprattutto alla luce della sentenza che di fatto ha annullato tutto l’impianto sul nuovo modello del PEI, ha rivendicato un’immediata revisione dell’intera materia alla luce anche delle evoluzioni normative in atto e la totale cancellazione di un piano che prevedeva sostanzialmente una riduzione delle risorse di personale specializzato per l’insegnamento agli alunni con disabilità. Riduzione che nelle intenzioni doveva essere compensata con una formazione obbligatoria da fare a tutti i docenti della classe e che ora deve avere una definitiva soluzione politica oltre che amministrativa.

Una contraddizione macroscopica, alla luce del PNRR che promette investimenti e non tagli di organico sul sostegno.

Perché la formazione obbligatoria

La legge di Bilancio 2021 ha previsto la formazione obbligatoria per i docenti impegnati nelle classi con alunni con disabilità. I docenti avranno accesso ad una unità formativa per complessive 25 ore sulle tematiche inclusive e sulle specificità presenti nella propria classe, attraverso corsi organizzati da singoli istituti o da reti di scuole.

Con la nota 27622 del 6 settembre il ministero dell’Istruzione indica lo schema di modulo formativo e gli obiettivi, oltre alla ripartizione delle risorse, in totale 10 milioni di euro.

Formazione, parte quella obbligatoria per docenti di classi con alunni con disabilità: ecco attività previste nelle 25 ore. NOTA

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur