Formazione del personale docente ed ATA: Il ministero procede senza rispettare i tempi delle scuole e senza soldi

di
ipsef

Comunicato UIL – In data 30 marzo 2012 si è svolta una riunione tra MIUR e Organizzazioni sindacali sulla Direttiva per la formazione del personale docente ed ATA e per l’avvio della relativa contrattazione e sulle iniziative di formazione destinate al personale docente: formazione in ingesso, corsi lingua per docenti primaria, docenti in esubero su sostegno, CLIL, tutorship, aggiornamento anagrafe

Comunicato UIL – In data 30 marzo 2012 si è svolta una riunione tra MIUR e Organizzazioni sindacali sulla Direttiva per la formazione del personale docente ed ATA e per l’avvio della relativa contrattazione e sulle iniziative di formazione destinate al personale docente: formazione in ingesso, corsi lingua per docenti primaria, docenti in esubero su sostegno, CLIL, tutorship, aggiornamento anagrafe

Per la Uil Scuola ha partecipato Antonello Lacchei. L’amministrazione ha presentato una serie di documenti sulle diverse tematiche richiamate nei successivi paragrafi.
La Uil Scuola, esprimendo un giudizio fortemente critico, ha rilevato che, ancora una volta, i tempi della burocrazia ignorano le esigenze della scuola. Infatti queste materie dovrebbero trovare una definizione all’inizio dell’anno scolastico e non alla fine. Per evitare il ripetersi di tale cattiva pratica la UIL pone la questione delle attività di formazione per la successiva annualità per la quale vanno definite l’ammontare delle risorse insieme alle finalità prioritarie.

Formazione in ingresso per il personale docente ed educativo

L’amministrazione ha fissato all’8 maggio 2012 l’avvio delle attività formative per l’espletamento degli obblighi contrattuali necessari al perfezionamento delle procedure per la conferma in ruolo dei neoassunti (e di coloro che non hanno assolto al periodo di formazione nei precedenti anni), tramite registrazione sulla piattaforma Puntoedu del sito ANSAS-INDIRE. E’ confermato l’utilizzo della struttura blended (parte in presenza e parte online) con una distribuzione delle 50 ore complessive in pari percentuale. Le prime cinque ore di ciascun segmento saranno svolte secondo un piano diffuso dagli uffici scolastici regionali su tematiche generali, unendo insieme più classi virtuali. Sulle modalità di svolgimento a livello regionale è prevista una fase di informativa alle organizzazioni sindacali.


Docenti scuola primaria avvio corsi di lingua e metodologia

Risultano avviate le procedure propedeutiche alle attività formative della terza annualità per l’acquisizione, da parte dei docenti che hanno iniziato la formazione nel 2010, delle competenze comunicative e metodologico-didattiche per i docenti di scuola primaria privi dei requisiti previsti per l’insegnamento, così come definito dal regolamento di riordino del primo ciclo di istruzione. Come ripetutamente espresso dalla UIL, i piani devono prevedere la compatibilità degli impegni formativi con quelli dell’insegnamento. La frequenza non deve avere costi per i corsisti.

Docenti in esubero – corsi di specializzazione su sostegno

Nel corso dell’incontro è stata presentata una traccia di circolare per l’avvio dei corsi per il conseguimento delle specializzazioni su sostegno per il docenti in esubero, per fare fronte al crescente fabbisogno ed offrire opportunità di qualificazione professionale a chi, a seguito del riordino, necessita dell’acquisizione di competenze per la ricollocazione. Per la UIL i percorsi devono contemperare la necessità di livelli di qualità per l’inclusione degli studenti diversamente abili con la valorizzazione delle risorse umane e professionali dei docenti. La UIL si riserva di valutare le proposte che verranno successivamente presentate in ordine alla durata dei corsi, alla loro distribuzione, alle modalità organizzative e quant’altro. Va ribadita la necessità che i corsi mantengano il carattere della gratuità , che la fruizione sia su base volontaria e che vi possano partecipare anche docenti che non si trovino personalmente in situazione di esubero ma che appartengano ad una classe di concorso in quella condizione.

Docenti in servizio nei Licei linguistici – corsi CLIL

L’amministrazione ha presentato una nuova bozza di circolare che recepisce alcune delle richieste in precedenza presentate dalla UIL, tra cui l’eliminazione dei riferimenti alla titolarità per gli anni successivi al 2012/2013. Il termine per la registrazione dei potenziali ammessi da parte del dirigente scolastico,tramite registrazione sulla piattaforma ANSAS – INDIRE, sarà, con ogni probabilità, fissato al 13 aprile 2012. I destinatari individuati nella prima fase sono i docenti di discipline non linguistiche, in servizio nei licei linguistici o nelle istituzioni cui gli stessi fanno capo. (Sull’argomento anche: http://www.uil.it/uilscuola/node/1860)

Tutorship – dopo il ritiro della circolare la materia va regolata

La Uil Scuola ha apprezzato il ritiro della circolare. Ora il processo di qualificazione del personale docente va riavviato con una nuova direttiva che, in modo trasparente, definisca criteri e modalità di selezione dei soggetti incaricati di realizzare i percorsi. La formazione deve essere finalizzata a rafforzare le competenze di tutoraggio che saranno necessarie per il tirocinio e per i TFA a partire dagli insegnanti che sono stati coinvolti negli anni precedenti. Si definiscano attraverso il confronto con il i sindacato, i criteri di selezione del personale, la spendibilità dei titoli, i percorsi formativi e le relative fonti di finanziamento.

Aggiornamento anagrafe professionale docente

L’amministrazione ha presentato una bozza di circolare per l’aggiornamento dell’anagrafe professionale dei docenti. La rilevazione che ha un valore organizzatorio e statistico, non è obbligatoria. Lo scorso anno ha partecipato il 97% del personale docente in servizio a tempo indeterminato. La rilevazione verrà attivata entro la prima decade del mese di aprile. La rilevazione, ad avviso della UIL, dovrebbe contenere anche la registrazione del dato inerente lo svolgimento dell’incarico di tutor per le diverse tipologie di formazione in servizio ed iniziale del personale.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare