Formazione, Barbacci (Cisl Scuola): “Stop ai carichi di lavoro aggiuntivi. Adesso ciò che è extra verrà pagato con il FMOF” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“La formazione è un passaggio importante sul quale abbiamo concentrato attenzione sapendo che la dignità del personale passa dal valore della retribuzione ma anche dalla qualità del profilo professionale collegato alla formazione”.

Lo ha detto Ivana Barbacci, segretaria generale della Cisl Scuola, nel corso del suo intervento ad OS Tv in diretta, a proposito del rinnovo contrattuale.

In questi anni – prosegue – la formazione ha avuto una gestione ambigua perchè siamo stati sottoposti ad interventi legislativi che intervenivano a gamba tesa sul rapporto di lavoro, aggiungendo carico di lavoro per docenti e Ata in termini di obbligo formativo“.

La sindacalista evidenzia come “la formazione è importante per il nostro settore, certamente, per questo abbiamo voluto incardinare la formazione all’interno dell’attività funzionale all’insegnamento. Questo ci consente di governare le norme affinché non siano prevaricanti all’interno degli obblighi professionali e quindi dare potestà esclusiva al collegio dei docenti, che ha compito di deliberare le attività di formazione da destinare agli insegnanti”.

Tutto ciò che sarà extra a questo carico -spiega Barbacci – dovrà essere riconosciuto a livello economico con i compensi aggiuntivi attingendo dal Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa. Un passaggio importantissimo perché ci consente di non essere in balia delle norme che introducono ogni anno carichi e pesi impattanti sul lavoro“.

Il numero uno di Cisl Scuola si sofferma in particolare sul personale ATA: “con il passaggio alle posizioni economiche, possiamo garantire quel passo di qualificazione aggiuntiva per il tramite della formazione. Abbiamo ottenuto che il Ministero destini circa 30 milioni per la formazione del personale ATA. Questo produrrà la possibilità di poter vedersi riattivare le posizioni economiche dalle quali si potrà aspirare ad avere un miglioramento economico”.

 

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00