Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Formazione ATA: si ha diritto a recupero ore se i corsi si svolgono fuori dall’orario di servizio

WhatsApp
Telegram

Formazione personale ATA: quante ore e quali permessi? I permessi per la formazione e l’aggiornamento sono disciplinati dagli artt. 63 e successivi del CCNL 29.11.2007. Il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, può partecipare, previa autorizzazione del capo d’istituto, in relazione alle esigenze di funzionamento del servizio, ad iniziative o di aggiornamento organizzate dall’amministrazione o svolte dall’Università o da enti accreditati

Una lettrice chiede:

Buonasera redazione. Sono un’assistente amministrativa e vorrei sapere quanti giorni di permesso per corsi di formazione sono previsti per noi. Potreste anche dirmi se le ore fuori dall’orario di servizio si possono recuperare?

Per il personale ATA non è definito il numero di giorni di permesso consentiti per partecipare alle attività di formazione.

I permessi, quindi, sono rimessi alla valutazione del dirigente scolastico (anche in relazione ad eventuali criteri stabili a livello di confronto e di istituto) che dovrà valutare le richieste in base alle esigenze di servizio (è bene che il dirigente acquisisca anche il parere del Dsga).

La partecipazione alle iniziative di aggiornamento avviene nel limite delle ore necessarie alla realizzazione del processo formativo, da utilizzare prioritariamente in relazione all’attuazione dei profili professionali

Se la partecipazione ai corsi di formazione avviene al di fuori dell’orario di lavoro le ore aggiuntive prestate vengono recuperate con ore di permesso o con ferie.

Si ha quindi diritto al recupero delle ore di partecipazione al corso se tenuto fuori dall’orario di servizio.

Per rimanere aggiornato sulla gestione del personale scolastico, abbonati alla rivista “Gestire il personale scolastico”Vedi tutte le opzioni di abbonamento

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti