Regionalizzazione, Fontana: più docenti in ruolo, stipendio più alto, qualità migliore

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, è intervenuto sulla richiesta di autonomia delle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia e sulle notizie circolanti in merito.

Lo ha fatto nel corso degli ‘Stati Generali’ del Patto per lo sviluppo con gli stakeholders (tra questi Confcommercio, Confindustria, Coldiretti, Anci) con al centro il percorso verso l’autonomia differenziata.

Fontana, come riferisce l’Ansa, ha affermato che ci sono  “Troppe fake news sull’autonomia”.

Secondo il Governatore, infatti, non è vero che saranno sottratti fondi altre altre regioni, ma piuttosto “applicando alla lettera il dettato Costituzionale, con l’autonomia saranno utilizzate le stesse risorse oggi spese dallo Stato e non un euro in più sarà sottratto agli altri. Anzi garantiremo maggiore efficienza dei servizi a parità di risorse e il rapporto con i cittadini sarà semplificato”.

Più assunzioni docenti

“Per quanto concerne il tema dell’Istruzione – afferma il presidente Fontana – è totalmente falso affermare che l’Autonomia rompe l’unità del sistema. E’ vero che oggi i docenti e il personale della scuola sono mal pagati, diverse classi restano per mesi senza insegnanti e il tipo di preparazione offerta ai nostri studenti spesso è lontana dalle esigenze del mondo del lavoro. Con l’Autonomia sarà possibile la stabilizzazione di cattedre e insegnanti che godranno di una migliore retribuzione con positivi riflessi sulla qualità dei servizi. Sarà favorita l’integrazione con il mondo del lavoro”

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione