Fontana: “Basta con i genitori avvocati dei figli. No ai docenti svalutati, così si mina alla credibilità della scuola”

WhatsApp
Telegram

Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, rispondendo alla lettera di un lettore sul giornale, ha sottolineato l’importanza di rivalutare il ruolo dei docenti nelle nostre società, sostenendo che l’istruzione e il cosiddetto “capitale umano” sono fondamentali per il futuro di qualsiasi Paese.

Secondo Fontana, negli ultimi decenni si è assistito a una svalutazione sistematica del ruolo dell’insegnante, alimentata da stipendi bassi, precarietà diffusa, scarso ricambio generazionale e investimenti sempre minori nell’istruzione. Una combinazione micidiale che ha minato profondamente l’istituzione scolastica e il ruolo educativo.

Fontana fa notare un altro aspetto preoccupante: l’escalation di conflittualità tra famiglie e professori. Questo fenomeno, secondo il direttore, trasforma i genitori in avvocati dei loro figli, invece di essere co-educatori che collaborano con gli insegnanti.

Infine, pur riconoscendo che ci sono docenti che non meriterebbero la qualifica per mancanza di impegno o preparazione, Fontana sottolinea che è sbagliato utilizzare questa minoranza per sminuire l’intero corpo docente. La maggior parte degli insegnanti, secondo lui, lavorano con dedizione e si impegnano nel formare i giovani, accompagnandoli verso la maturità.

In un mondo in continua evoluzione, l’istruzione gioca un ruolo fondamentale nel plasmare il futuro di una società. È necessario, quindi, riconoscere il valore dei docenti e invertire la tendenza di devalorizzazione di questo ruolo cruciale, come sottolineato da Luciano Fontana, per garantire un futuro solido e prospero al nostro Paese.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri