Fondo per organizzare i Viaggi della Memoria per le scuole superiori. Primo via libera parlamentare

WhatsApp
Telegram

La Commissione Istruzione e cultura del Senato, presieduta da Riccardo Nencini e su relazione della Maria Saponara, ha approvato un disegno di legge che prevede un fondo di 5 milioni di euro per favorire l’organizzazione da parte delle scuole secondarie dei “viaggi della memoria” nei campi di sterminio del popolo ebraico e dei deportati politici e militari italiani.

“Ricorrere alla testimonianza ha un importantissimo valore educativo e didattico”– si legge del ddl, che prosegue: “L’educazione e il coinvolgimento delle giovani generazioni attraverso l’esperienza di un viaggio – che è un vero e proprio cammino formativo che ripercorre, attraverso la visita di luoghi simbolo, la storia della deportazione le cause che l’hanno generata – è ritenuta di alto valore sociale e di forte valenza formativa”.

“La memoria è il salvadanaio dello spirito”– ha detto Riccardo Nencini“e bisogna praticarla incentivando gli istituti scolastici a offrire agli studenti questa esperienza, più formativa di qualsiasi lezione tra i banchi, che pure è fondamentale”.

La senatrice Saponara ha dichiarato: “E’ necessario sensibilizzare le coscienze dei giovanissimi per evitare che le brutture di un triste capitolo della nostra storia si ripetano. Venendo a mancare i testimoni diretti di quell’orribile periodo, i viaggi in quei luoghi sono il modo migliore per stimolare la riflessione delle nuove generazioni e far capire loro le brutture dei campi di concentramento per evitarne il loro ripetersi nonché atteggiamenti inopportuni di emulazione. Ringrazio la collega Daisy Pirovano prima firmataria del ddl”– ha concluso.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur