Fondo MOF 2019/20: utilizzo risorse, economie anni precedenti e finalità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Fondo unico miglioramento offerta formativa: economie anni precedenti possono essere utilizzate per finalità diverse da quelle originarie.

Ipotesi di CCNI 2019/20

Il 18 settembre 2019 è stata sottoscritta  l’Ipotesi di Contratto Collettivo Nazionale Integrativo, tramite la quale si assegnano alle scuole le risorse del Fondo unico per il miglioramento dell’offerta formativa 2019/20.

MOF 2019/20, siglato CCNI. Scheda UIL con ripartizione risorse

Fondo Unico MOF

Nel Fondo Unico per il miglioramento dell’offerta formativa, istituito dall’articolo 40 del CCNL 2016/2018, confluiscono tutte le risorse destinate a:

  • fondo dell’istituzione scolastica (lettera a)
  • attività complementari di educazione fisica (lettera b)
  • funzioni strumentali all’offerta formativa (lettera c)
  • incarichi specifici ATA (lettera d)
  • progetti nelle aree a forte rischio sociale (lettera e)
  • ore eccedenti per le sostituzioni del personale (lettera f)
  • attività di recupero nella scuola secondaria di II grado (comma 5 lettera b)
  • risorse del bonus per la valorizzazione del merito dei docenti (comma 2 lettera a)

Utilizzo risorse ed Economie

L’Ipotesi di Contratto Collettivo Nazionale Integrativo suddetta, all’articolo 9, così prevede:

Comma 1. Con il presente contratto si assicura l’utilizzo integrale delle risorse del Fondo per il Miglioramento dell’Offerta Formativa. Le eventuali risorse finanziarie rimaste non distribuite dall’applicazione del presente contratto sono ripartite proporzionalmente, per singola istituzione scolastica, in base alla totalità dei posti in organico di diritto.

Comma 2. Se a seguito di monitoraggio interno, attivato presso l’istituzione scolastica, risultino eventuali risorse non impiegate, quest’ultime potranno essere oggetto di una ulteriore contrattazione d’istituto, anche in corso d’anno.

Comma 3. Resta ferma la possibilità per la singola istituzione scolastica di definire con la contrattazione integrativa di istituto le finalità e le modalità di  ripartizione delle eventuali risorse non utilizzate negli anni precedenti, comprese le eventuali risorse di cui al comma 1, anche per le finalità diverse da quelle originarie ai sensi dell’articolo 40.

Alla luce di quanto sopra riportato:

  • è garantito con il CCNI l’utilizzo di tutte le risorse del Fondo per il Miglioramento dell’Offerta Formativa;
  • è prevista la ripartizione per ciascuna scuola delle eventuali risorse non distribuite dall’applicazione del CCNI “Criteri per la ripartizione delle risorse finanziarie costituenti il Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2019/20“.
  • le economie degli anni precedenti possono essere utilizzate per finalità differenti da quelle originarie tramite contrattazione di istituto;
  • le modalità di ripartizione delle eventuali economie 19/20 possono essere oggetto di un’ulteriore contrattazione di istituto anche nel corso dell’anno scolastico.
Versione stampabile
anief banner
soloformazione