Fondo istituto. Assegnato oggi alle scuole fondi MOF accordo 26 novembre, pari al 50% circa del totale. Il testo della nota inviata alle scuole

di redazione
ipsef

dp – Come già preannunciato da questa redazione, sono state assegnate le somme delle risorse disponibili per l’a.s. 13/14, € 521.036.414,04, pari al 50% del totale. In percentuale l’assegnato rispetto alla disponibilità rappresenta il 52,94%. Considerando che l’importo per le ore eccedenti sarà assegnato per intero.

dp – Come già preannunciato da questa redazione, sono state assegnate le somme delle risorse disponibili per l’a.s. 13/14, € 521.036.414,04, pari al 50% del totale. In percentuale l’assegnato rispetto alla disponibilità rappresenta il 52,94%. Considerando che l’importo per le ore eccedenti sarà assegnato per intero.

I soldi stanziati riguardano:

  • Fondo delle istituzioni scolastiche. (La nota ricorda che secondo l’art2 comma 5 del CCNL 13-3-13 si deve dare priorità nella contrattazione al finanziamento delle attività di recupero della scuola secondaria di secondo grado)
  • le funzioni strumentali
  • gli incarichi specifici del personale ATA,
  • le ore eccedenti

Nulla ancora per le attività complementari di Educazione fisica, per le quali si attende una nota specifica.

Con comunicazione successiva la Direzione Generale potrà disporre eventuali integrazioni per le misure incentivanti per i progetti relativi alle aree a rischio.

Il resto sarà  assegnato in  un secondo momento, dal momento che una parte di essi sarà utilizzata per pagare gli scatti stipendiali.

Ricordiamo, infatti, che per recuperare gli scatti stipendiali 2012 (bloccati dal Governo Monti) saranno utilizzati i risparmi dei tagli 2012 (pari a 120 i milioni) e un taglio al MOF: mancano all’appello mancano ancora 230 milioni

La nota inviata alle scuole

Oggetto: Istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale per l’e.f. 2014.

Si comunica, ai sensi dell’art. 2 comma 7 del D.I. n. 44/2001, che la risorsa finanziaria assegnata a codesta scuola per l’anno 2014, periodo gennaio-agosto, è pari ad euro …. Tale risorsa è stata calcolata sulla base del decreto ministeriale n. 21/2007 (DM21/07) per il periodo gennaio-agosto 2014 e potrà essere oggetto di integrazioni e modificazioni come da paragrafi seguenti.

La quota riferita al periodo settembre-dicembre 2014 sarà oggetto di successiva integrazione, per consentire una ordinata gestione dei dimensionamenti.

La risorsa finanziaria di euro… deve essere iscritta in entrata (mod. A) in conto competenza all’aggregato "02 Finanziamento dallo Stato", voce "01 Dotazione Ordinaria" (cfr. art. 1 comma 2 D.I. n. 44/2001).

Fermo restando l’ammontare della risorsa pari, come detto, ad euro 5.616,00, si informa che la stessa è stata determinata, in applicazione del DM21/07, sulla base dei parametri dimensionali e di struttura ivi previsti, come segue:

(ad esclusione delle scuole della Sicilia) euro … quale quota fissa per istituto (tabella 2 Quadro A);
(ad esclusione delle scuole della Sicilia) euro … quale quota per sede aggiuntiva (tabella 2 Quadro A);
(ad esclusione delle scuole della Sicilia) euro … quale quota per alunno (tabella 2 Quadro A);
(ad esclusione delle scuole della Sicilia) euro … quale quota per alunno diversamente abile (tabella 2 Quadro A);
euro 0,00 solo alle scuole individuate quali capofila all’interno del proprio ambito territoriale di revisione dei conti (art. 3 comma 5 DM21/07). Tale somma corrisponde al 90% (cfr. art. 6 comma 3 del decreto legge 78/2010) del compenso massimo annuo ai revisori secondo la normativa previgente. Dal 2011 il compenso spettante ai revisori è infatti ridotto del 10% ed è pari ad euro 1.629 = 1.810 x 0,9. Il rimanente 10% viene versato alle entrate dello Stato direttamente da questa Direzione Generale. Le spese di missione, da ripartire tra le
scuole comprese nell’ambito, sono coperte con l’assegnazione complessiva per il funzionamento.

CONTRATTI DI PULIZIA ED ALTRE ATTIVITA’ AUSILIARIE. CONTRATTI DI CO.CO.CO. PER LE ATTIVITA’ TECNICHE E DI SEGRETERIA

Ai sensi dell’art. 31 comma 4 del D.I. n. 44/2001 e dell’art. 58 comma 5 del DL 69/2013, la risorsa finanziaria comprende anche:

(solo per le scuole con posti di collaboratore scolastico accantonati in organico di diritto) euro  0,00 quale quota per l’acquisto di servizi non assicurabili col solo personale interno, causa parziale accantonamento dell’organico di diritto dei collaboratori scolastici per il periodo gennaio-giugno 2014. Tale somma potrà essere integrata, per il periodo successivo, come da paragrafo "Eventuali integrazioni …”.

Ai sensi dei citati art. 31 D.I. 44/2001 e art. 58c5 DL 69/2013, le istituzioni scolastiche ed educative il cui organico di diritto dei collaboratori scolastici non presenti posti accantonati non possono acquistare servizi di pulizia od altri ausiliari. Dette funzioni debbono essere svolte integralmente, nel caso in questione, dal personale dipendente.

Le istituzioni il cui organico di diritto dei collaboratori scolastici presenti invece posti accantonati, dovranno individuare il contraente dal quale acquistare il servizio di pulizia ed altri ausiliari come di seguito specificato:

nel caso in cui sia attiva, nel territorio di riferimento, la convenzione-quadro Consip "Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione", allora ai sensi dell’art. 1 comma 449 della legge 296/2006 è obbligatorio approvvigionarsi esclusivamente ricorrendo alla convenzione medesima. Alla data corrente, 5/12/2013, la convenzione è attiva nelle regioni Puglia, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto. Le istituzioni di codeste regioni hanno ricevuto istruzioni al riguardo con la nota n. 8139/2013 e successive integrazioni. Man mano verranno attivati ulteriori lotti della convenzione si provvederà a darne comunicazione;
nel caso in cui non sia ancora attiva la convenzione-quadro Consip “Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione”, cioè alla data del 5/12/2013 in tutte le regioni escluse Puglia, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Veneto, si dovrà acquistare il servizio, fermo restando il citato limite di spesa di euro 0,00 per il periodo gennaio-giugno 2014, come risultante dal’applicazione dell’articolo 58, commi da 4 a 6, del decreto legge 21.6.2013, n. 69, seguendo le istruzioni che saranno diffuse con apposita nota.

La risorsa finanziaria assegnata per l’anno 2014 comprende altresì:

(solo per le scuole con posti di assistente amministrativo e/o tecnico accantonati in organico di diritto) euro 0,00 quale quota per la remunerazione dei soggetti con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, in servizio a seguito dell’applicazione del Decreto Interministeriale 66/2001, per il periodo gennaio-agosto 2014. Tale somma sarà essere integrata, per il periodo successivo, come da paragrafo "Eventuali integrazioni …";

ASSEGNAZIONE PER LE SUPPLENZE BREVI E SALTUARIE

La somma di euro 19.291,64, ulteriore rispetto le risorse di cui ai precedenti paragrafi, costituisce l’assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie al netto degli oneri riflessi a carico dell’Amministrazione e dell’IRAP (lordo dipendente). Detta assegnazione è stata determinata sulla base di quanto disposto dal DM21/07.

In applicazione dell’art. 7, comma 38, del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, ("spending review"), convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, che ha esteso il cd. Cedolino Unico anche alle citate supplenze, detta somma di euro 19.291,64 non deve essere prevista in bilancio, nè, ovviamente, accertata.
 Si informa inoltre che, diversamente da quanto comunicato con la nota recante indicazioni per la predisposizione del Programma Annuale 2013, codesta istituzione scolastica dovrà continuare a provvedere alla liquidazione delle spettanze nel corso del 2014. Una volta portato a compimento il necessario adeguamento dei sistemi informativi di questo Ministero e del Ministero dell’economia e delle finanze sarà possibile utilizzare gli strumenti di liquidazione dei compensi del service NoiPA. Sarà cura di questa Direzione fornire ulteriori informazioni al riguardo nel prossimo futuro.

ASSEGNAZIONE PER GLI ISTITUTI CONTRATTUALI

In data 26 novembre 2013 il Ministero e le OO.SS. rappresentative del comparto Scuola hanno siglato una intesa per l’assegnazione alle istituzioni scolastiche ed educative statali di una quota parte delle risorse disponibili per il Miglioramento dell’Offerta Formativa per l’a.s. 2013/2014.

In base a tale intesa si comunica che la risorsa complessivamente disponibile, per il periodo gennaio-agosto 2014, per la retribuzione accessoria è pari ad euro 19.573,71 lordo dipendente, così suddivisi:

euro … lordo dipendente per il Fondo delle istituzioni scolastiche; al riguardo si rammenta che l’art. 2 comma 5 del CCNL 13/3/13 dispone che in sede di contrattazione delle risorse si debba garantire “un adeguato finanziamento delle attività di recupero delle scuole secondarie di secondo grado atto a soddisfare i fabbisogni” nonchè "un adeguato finanziamento per i turni notturni, festivi e notturno/festivi del personale educativo dei convitti e degli educandati, atto a garantire l’attuale funzionalità dei relativi servizi";;
euro … lordo dipendente per le funzioni strumentali all’offerta formativa;
euro … lordo dipendente per gli incarichi specifici del personale ATA;
euro … lordo dipendente per la remunerazione delle ore eccedenti l’orario settimanale d’obbligo effettuate in sostituzione di colleghi assenti.

Circa le attività complementari di educazione fisica e le ore eccedenti svolte dai coordinatori provinciali dei relativi progetti, si provvederà all’assegnazione con successive note. Al riguardo si rammenta che la citata intesa del 26 novembre 2013 prevede che l’erogazione delle risorse in questione sia subordinata all’effettiva realizzazione dei progetti di avviamento alla pratica sportiva, come attestata dalla Direzione generale per lo studente. Si raccomanda pertanto di trasmettere i dati relativi come da indicazioni che verranno date dalla competente D.G. per lo Studente.

Con comunicazioni successive, questa Direzione generale potrà disporre eventuali integrazioni alla risorsa finanziaria di cui sopra anche per le misure incentivanti per i progetti relativi le aree a rischio (cfr. art. 6 CCNL 29/11/2007), nonchè al Fondo delle Istituzioni Scolastiche, limitatamente alle scuole ove prestino servizio dipendenti cui spetta l’indennità di bi-trilinguismo o il DSGA titolare sia sostituito per l’intero anno scolastico, ferma restando la liquidazione delle indennità di bi-trilinguismo e di direzione parte variabile del DSGA come determinata dal contratto a carico del FIS.

EVENTUALI INTEGRAZIONI E MODIFICHE ALLA RISORSA FINANZIARIA PER IL PA14

Con comunicazioni successive, questa Direzione generale potrà disporre eventuali integrazioni alla risorsa finanziaria di cui sopra. In particolare, potranno essere disposte integrazioni, da accertare nel bilancio secondo le istruzioni che verranno di volta in volta impartite:

in generale, per il periodo settembre-dicembre 2014;
(solo per le scuole con posti accantonati nell’organico di diritto dei collaboratori scolastici) per la remunerazione dei servizi di pulizia ed altri ausiliari da acquistare a copertura di quelli non assicurabili mediante il solo
personale interno a causa del parziale accantonamento dell’organico di diritto dei collaboratori scolastici, per il periodo settembre-dicembre 2014;
(solo per le scuole con posti accantonati nell’organico di diritto degli assistenti amministrativi/tecnici) per la remunerazione dei soggetti con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, in servizio a seguito dell’applicazione del Decreto Interministeriale 66/2001, per il periodo settembre-dicembre 2014;
per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa ai sensi dell’articolo 1 della legge n. 440/1997 sulla base del decreto ministeriale di cui all’articolo 1, comma 601, della legge 296/2006 per l’e.f. 2014;
per l’alternanza scuola-lavoro sulla base del decreto ministeriale di cui all’articolo 1, comma 601, della legge 296/2006 per l’e.f. 2014;
per le misure incentivanti per i progetti relativi le aree a rischio (cfr. art. 9 CCNL 29/11/2007);
per le attività; complementari di educazione fisica;
per il Fondo delle Istituzioni Scolastiche, in aggiunta alla somma di cui al paragrafo precedente, limitatamente alle scuole ove prestino servizio dipendenti cui spetta lindennità di bi-trilinguismo o il DSGA titolare sia sostituito per l’intero anno scolastico, ferma restando la liquidazione delle indennità di bi-trilinguismo e di direzione parte variabile del DSGA come determinata dal contratto a carico del FIS.;
per i corsi di recupero, in aggiunta al FIS, per consentire anche l’affidamento di incarichi al personale esterno impiegato per lo svolgimento dei corsi medesimi sulla base del decreto ministeriale di cui all’articolo 1, comma 601, della legge 296/2006 per l’e.f. 2013 e fermo restando che in sede di contrattazione d’istituto occorre garantire in ogni caso, a valere sulle risorse di cui al paragrafo precedente, "un adeguato finanziamento delle attività di recupero delle scuole secondarie di secondo grado atto a soddisfare i fabbisogni"; (cfr. art. 2 comma 5 del CCNL 13/3/13).

Ulteriori risorse finanziarie potranno essere assegnate anche a cura di Direzioni Generali diverse dalla scrivente, per altre esigenze (es. PON, eccetera).

Inoltre, questa Direzione generale comunicherà eventuali ulteriori somme, integrative della dotazione finanziaria di euro 19.291,64 come sopra assegnata per le supplenze brevi e saltuarie che non dovranno essere previste in bilancio nè tantomeno accertate.

Infine, si rimanda alle note recanti indicazioni per la predisposizione del Programma Annuale 2011, 2012 e 2013 le cui istruzioni di carattere generale circa le entrate, le spese e la gestione finanziaria si intendono integralmente richiamate, nei limiti della compatibilità di quanto da esse previsto con la legislazione vigente.
                                                                                   
IL DIRETTORE GENERALE

Il testo dell’intesa del 26 novembre

Per la distribuzione dei fondi vi rimandiamo a questa pagina

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione