Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Fondo di Credito Inps 2021, partono le adesioni, la guida

Stampa
pensione

Le iscrizioni al Fondo di credito Inps per il 2021 partono ufficialmente dal 20 agosto, ne dà notizia l’Istituto. Ecco cos’è ed a cosa serve.

Il 19 agosto scorso con la circolare n° 128, l’Istituto nazionale di previdenza sociale italiano ha confermato il via alle  iscrizioni al Fondo di Credito Inps 2021.
Ci sarà tempo fino al 20 febbraio 2022 per le adesioni.
Vediamo ciò che ha riportato l’Inps nella sua circolare pubblicata sul suo portale istituzionale e di cosa si tratta nello specifico.

Fondo di Credito Inps 2021, cos’è?

Esteso con la manovra di Stabilità per l’anno 2008, il Fondo di Credito Inps è lo strumento, come si legge nella scheda informativa dello stesso Istituto, che consente a dipendenti e pensionati pubblici di accedere alle prestazioni dell’area credito e attività sociali dell’ex Inpdap.

Lo strumento pertanto riguarda sia i già pensionati Inpdap chee i dipendenti e pensionati delle amministrazioni pubbliche in generale.
Fu proprio dal 2008 che la possibilità di iscrizione al Fondo è stata allargata anche ai dipendenti pubblici diversi da quelli iscritti all’Inpdap.
Infatti la creazione di questo particolare strumento è datata 1996 e come è naturale che sia è finanziato in parte dalla contribuzione del lavoratore stesso.

La particolarità del Fondo è che ogni anno eroga servizi e stabilisce le modalità di erogazione, in base al budget disponibile. Non sono pochi i vantaggi per chi è iscritto al Fondo Credito. Infatti all’iscritto vengono garantite diverse prestazioni di natura sociale e creditizia.

Basti pensare che grazie al Fondo si possono ottenere piccoli prestiti, cessioni del quinto, mutui per acquisto di abitazione principale.
Questo dal punto di vista delle prestazioni creditizie.

Nell’ambito del sociale invece, abbiamo convitti e vacanze studio in Italia e all´estero per i figli, oppure borse di studio, master e dottorati di ricerca, ma anche altre prestazioni specifiche per i pensionati.

Nuove iscrizioni da venerdì 20 agosto 2021

Come detto in premessa, con una nuova circolare l’Inps ha dato il via alle iscrizioni per il Fondo di credito INPS 2021.
Si parte dal 20 agosto e si termina il 20 febbraio prossimo.
“Regolamento recante adesione alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali”, questo l’oggetto della circolare dell’Inps, che richiama al Decreto Ministeriale del 12 maggio scorso,  pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 agosto 2021.

L’iscrizione può essere effettuata da ex dipendenti pubblici e attualmente pensionati iscritti alle casse della Gestione dei dipendenti pubblici come la CTPS (Cassa Trattamenti pensionistici dei dipendenti statali), la CPDEL  (Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali), la CPI (Cassa Pensioni Insegnanti), la CPUG (Cassa Pensioni Ufficiali Giudiziari) e la CPS (Cassa Pensioni Sanitari).
Sempre l’Inps sottolinea pure che l’adesione al Fondo è ammessa pure per iscritti a fondi speciali diversi dalle casse pensionistiche pubbliche, tra le altre, FPLD, INPGI, ENPAM, oppure presso i fondi ex ENPAS o ex INADEL.

Iscrizione al Fondo, la domanda

Per presentare la domanda, la procedura da utilizzare è solo quella telematica. Dal 20 agosto quindi, collegandosi al sito dell’Inps ed accedendo mediante le solite credenziali di accesso del pin dispositivo, dello Spid, della Carta di identità elettronica o della carta nazionale dei servizi, si può fare tutto da soli.
Con le credenziali si può utilizzare pure il Contact center dell’Istituto previdenziale. In alternativa ci si può rivolgere ad un Patronato.
L’iscrizione al Fondo scatta dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

La domanda, e quindi l’iscrizione al Fondo Credito INPS, può avvenire solo online: gli interessati possono procedere autonomamente tramite il sito ufficiale dell’INPS, dopo aver effettuato l’accesso all’area personale. In alternativa, è possibile affidarsi a un Patronato o al Contact Center.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur