Fondo da 1,5 milioni di euro per introdurre l’educazione finanziaria e digitale a scuola

WhatsApp
Telegram

“È oggi il momento giusto per introdurre l’educazione finanziaria e digitale nei piani didattici delle scuole italiane: il mondo sta cambiando velocemente e i nostri giovani, così come gli adulti, hanno bisogno di queste competenze per affrontare meglio il futuro”.

Lo afferma il viceministro allo Sviluppo economico, Gilberto Pichetto, in occasione della presentazione del progetto Saper(e)consumare, promosso dal Mise in collaborazione con il Ministero dell’istruzione.

“Al tal fine il Mise ha messo a disposizione per le scuole un fondo di 1,5 milioni di euro che potra’essere utilizzato
dagli istituti, attraverso una competizione nazionale, per potenziare tecnologie e promuovere competenze digitali”, aggiunge Pichetto.

L’iniziativa ha l’obiettivo di offrire ai docenti, sulla piattaforma online www.sapereconsumare.it un percorso di informazione e formazione per favorire la cittadinanza digitale, il consumo consapevole e sostenibile nell’ambito dell’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole secondarie di I e II grado.

“L’alfabetizzazione finanziaria, così come l’educazione digitale e quella al consumo sostenibile, devono cominciare molto presto, appunto quando si inizia ad andare a scuola“, sottolinea Pichetto.

“Molti Paesi l’hanno già resa obbligatoria nelle scuole e nei corsi degli atenei. La crisi generata dalla pandemia ha poi accelerato questa consapevolezza: noi siamo in ritardo ed è necessario adesso un serio recupero.  Pertanto per la realizzazione di questo progetto il Mise ha siglato una stretta collaborazione con il Ministero dell’istruzione, coinvolgendo numerosi altri partner istituzionali”.

Il primo dei 20 webinar in programma è previsto domani 13 ottobre, alle 15, e sarà dedicato al tema dell’Educazione Digitale.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito