Fondi Ue 2014-2020. La scuola nella bozza dell’accordo per la Coesione territoriale

di redazione
ipsef

red – Ieri è stata resa nota la bozza di accordo del ministero per la Coesione territoriale relativamente ai fondi UE 2014-2020. Negli accordi anche l’istruzione.

red – Ieri è stata resa nota la bozza di accordo del ministero per la Coesione territoriale relativamente ai fondi UE 2014-2020. Negli accordi anche l’istruzione.

Gli obiettivi strategici generali, di tipo strutturale, presenti nella bozza riguardano:

  1. internazionalizzazione, 
  2. digitalizzazione,
  3.  innovazione,
  4. valorizzazione dei beni culturali e ambientali,
  5. qualità dell’istruzione e del capitale umano,
  6. lotta alla povertà.

Di essi, il quinto punto viene declinato attraverso la necessità di investire nell’istruzione, formazione e formazione professionale, per le competenze e l’apprendimento permanente.

L’allocazione delle risorse si riferisce a tre categorie di Regioni previste dai Regolamenti :

  • Regioni meno sviluppate: Calabria, Campania, Sicilia e Puglia. 
  • Regioni in transizione: Abruzzo, Basilicata, Molise e Sardegna.
  • Regioni più sviluppate: Val d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio.
Versione stampabile
anief anief
soloformazione