Floris: “Servizio civile obbligatorio per i ragazzi che siano portati a lavorare per l’integrazione degli immigrati”

Stampa

Il giornalista Giovanni Floris è intervenuto a Rai 3, durante la trasmissione “Che tempo che fa” per parlare del futuro dei giovani.

“Dovremmo istituire un servizio civile obbligatorio per i ragazzi che siano portati a lavorare per l’integrazione degli immigrati. Quello si che è patriottico. Noi insegniamo gli altri ad essere italiani, gli altri lo vogliono essere. Noi insegniamo la bellezza del nostro linguaggio, della nostra cultura, dei nostri modi, delle nostre leggi. Il vero patriottismo, secondo me, è convincere gli altri a diventare italiani, non lasciarli fuori quando vorrebbero essere italiani”.

E ancora: Per le statistiche si è drammaticamente giovani fino ai 35 anni. Dal punto di vista pratico sta a noi, quando ci fa male la schiena, quando smetti di giocare a calcetto. Noi siamo un Paese di anziani. Siamo tantissimi. Un Paese di anziani che vota solo le persone che fanno le cose per gli anziani. Noi facciamo vincere o perdere le elezioni sulla base di chi ci promette di darci un mese o due mesi in più di pensione. Tanti ragazzi non hanno lavoro, non possono trovare casa, ma noi ce li dimentichiamo”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia