Floridia: “Concorso ordinario entro fine anno. Ho sollecitato Bianchi sul concorso per l’abilitazione”

Stampa

Bianchi è convinto che quest’anno, il 13 settembre, tutti i docenti saranno in cattedra. Sia quelli di ruolo che i supplenti. Ottimismo condiviso anche dalla sottosegretaria all’istruzione Barbara Floridia. Resta il fatto che ancora in molti territori ci sono problemi con le assegnazioni delle supplenze da Gps, dato il caos che in molti casi si è generato in seguito alla pubblicazione delle graduatorie. La sottosegretaria guarda però al futuro: ai concorsi ordinari e ai percorsi per l’abilitazione.

I sindacati hanno chiesto un incontro per avere chiarimenti anche se al momento non risulta alcuna risposta da parte del Ministero. Non fa drammi Barbara Floridia: “Sono state realizzate migliaia di immissioni in ruolo– dice la sottosegretaria all’agenzia Dire, – È innegabile che il sistema, nella gestione di migliaia di supplenze, ha creato dei problemi. L’importante è riuscire a rettificare subito lì dove si è creato un problema“.

Ma la senatrice pentastellata guarda ai prossimi impegni che riguardano il reclutamento dei docenti. Su tutti i concorsi ordinari per l’infanzia e primaria e la scuola secondaria. Floridia, come anticipato pochi giorni fa rassicura: “Sarà entro la fine dell’anno“.

Se così fosse si tratterebbe di una buona notizia per migliaia di candidati che attendono da oltre un anno l’espletamento della procedura concorsuale.

Ma non finisce qui: infatti la sottosegretaria all’Istruzione dice di avere “sollecitato il ministro anche sulla calendarizzazione del concorso che permetterà ai docenti di acquisire le abilitazioni“.

Floridia, probabilmente, si riferisce al concorso straordinario per l’abilitazione, altra procedura bandita dal precedente Governo ma rimasta in stand-by.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione