Riforma scuola. FLCGIL da domani in audizioni sul Ddl scuola. Pantaleo critico: violati i principi costituzionali

di redazione
ipsef

Da domani iniziano le audizioni in Parlamento sul disegno di legge del governo sulla scuola. La FLC CGIL ha commentato punto per punto il provvedimento sul proprio sito web, e resta molto critica sull’impianto generale di questa ennesima *riforma*.

Da domani iniziano le audizioni in Parlamento sul disegno di legge del governo sulla scuola. La FLC CGIL ha commentato punto per punto il provvedimento sul proprio sito web, e resta molto critica sull’impianto generale di questa ennesima *riforma*.

 Lo dice senza mezzi termini il segretario generale Domenico Pantaleo in una dichiarazione stampa: “I contenuti del disegno di legge sulla scuola riducono i diritti, mortificano la partecipazione e la democrazia, mettono in discussione la libertà di insegnamento e intervengono *a gamba tesa* su materie contrattuali.

Le deleghe in bianco al Governo sono troppe e illimitate e riguardano aspetti rilevanti come la didattica, la valutazione, il diritto allo studio. Il piano per garantire le 150 mila immissioni in ruolo promesse deve essere attuato con un provvedimento d'urgenza, insieme a un piano pluriennale di stabilizzazioni per docenti e Ata.

Le problematiche del personale Ata non possono continuare a essere ignorate. Molti dei provvedimenti contenuti nel disegno di legge violano i principi e i valori della Costituzione. Occorre perciò un radicale cambiamento come indicato dalle organizzazioni sindacali”.

Tutto sulla Buona scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione