FLCGIL: con il nuovo Contratto “bonus merito” cancellato dal lessico scolastico. Miur: rafforzato, non indebolito

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Secondo la FLCGIL il nuovo Contratto, ipotesi sottoscritta il 9 febbraio 2018, supera quanto indicato dalla legge 107/2015 per quanto riguarda il bonus merito per la valorizzazione del lavoro dei docenti.

Cosa cambia nel nuovo contratto.

Una parte dei soldi finora destinati al bonus merito andranno nello stipendio, quindi saranno destinati a tutti, compresi i docenti precari. La parte rimanente continuerà a costituire il bonus, per il quale adesso possono essere contrattati i criteri.

Certo – scrive la FLCGIL – il comitato di valutazione continuerà a fornire i suoi indirizzi, ma sarà il contratto di istituto a stabilire quali criteri, anche in connessione con le attribuzioni di tutte le altre remunerazioni accessorie (fis, alternanza scuola-lavoro, fondi comunitari, nazionali e quant’altro vada a retribuire la prestazione del personale docente, anche precario) devono presiedere all’attribuzione dei compensi.

Di diverso parere il Miur, che in un comunicato dell’11 febbraio 2018 aveva messo in evidenza che ”

Quelli inseriti nel rinnovo contrattuale sono dei principi di trasparenza che mirano a rafforzare e non a indebolire l’istituto del bonus che, anzi, entra a regime”

LE CIFRE

L’importo disponibile per il bonus – scrive il Miur – passa da 200 milioni annui a 160 milioni a regime (130 milioni solo nel 2018), pari all’80% di quanto riconosciuto sino ad oggi. Ma potrà crescere, anche superando il valore di 200 milioni, con le contrattazioni future, anche grazie alla costituzione di un unico fondo nel quale confluiscono tutte le risorse accessorie, introdotto all’articolo 39-bis del nuovo contratto.

Vedremo quale sarà l’indirizzo che il nuovo governo vorrà dare a questo istituto, che ha scosso profondamente la scuola.

Ricordiamo che in ogni caso, per l’a.s. 2017/18, la procedura rimane invariata rispetto agli anni precedenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione